Home News Inps, partono i controlli per chi chiede sussidi: anche sui conti correnti

Inps, partono i controlli per chi chiede sussidi: anche sui conti correnti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:26
CONDIVIDI

L’Istituto di Previdenza Sociale da gennaio 2020 inizierà a fare dei controlli sul patrimonio mobiliare, sui saldi dei conti correnti e sulle giacenze di coloro che richiedono prestazioni sociali. 

inps
Cartella Inps da oltre centomila euro a due minorenni orfane FOTO viagginews

Qualsiasi contribuente richieda l’Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) dal 1° gennaio 2020 per ottenere prestazioni sociali potrà usare la dichiarazione sostitutiva precompilata, ma potrebbe subire dei controlli che non riguarderanno solo il numero di conti correnti, ma anche il loro saldo. I richiedenti così autodichiarano dei dati, che vanno dalla composizione del nucleo familiare fino al patrimonio mobiliare. L’informazione arriva direttamente dall’Inps, che dichiara che “sui dati autodichiarati relativi al patrimonio mobiliare viene effettuato un controllo automatico, sulla base dei dati contenuti nell’Archivio dei rapporti gestito dall’Agenzia delle Entrate”.

Leggi anche -> Pensioni in calo | gennaio 2020 amaro | Colpa di un errore Inps

Pensioni

Questa forma di controllo fin’ora aveva riguardato soltanto la numerosità dei rapporti finanziari. Dal 1° gennaio però le verifiche del Fisco riguarderanno anche i saldi e le giacenze medie. Sulla nota dell’Istituto di previdenza sociale si legge anche che “il controllo del patrimonio mobiliare sia per la DSU (dichiarazione sostitutiva unica) non precompilata che per quella precompilata (in caso di modifiche dei dati del patrimonio mobiliare precompilati) riguarderà le informazioni relative al saldo e alla giacenza dei rapporti posseduti.” Da quest’anno l’Inps controlla anche i dati contenuti nell’Anagrafe Tributaria, cercando il riscontro non solo con quanto dichiarato dal contribuente, ma anche con la consistenza, ossia la disponibilità finanziaria sui conti correnti, libretti postali e depositi di tutti i componenti del nucleo familiare. Questa novità è contenuta nel messaggio numero 96 del 13 gennaio dell’Inps, con il quale l’Istituto ha fornito le informazioni relative alla compilazione della DSU ai fini Isee 2020.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

pensioni in calo errore inps