Home News Alberto Santucci, chi è: carriera e curiosità sull’attore

Alberto Santucci, chi è: carriera e curiosità sull’attore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59
CONDIVIDI

Chi è Alberto Santucci: carriera e curiosità sull’attore abruzzese apparso nella puntata del 18 gennaio del programma Meraviglie.

(Facebook)

L’attore abruzzese Alberto Santucci, molto conosciuto anche per essere stato allenatore dell’Avezzano rugby, è soprattutto noto agli amanti del teatro, per aver portato in scena in carriera decine di personaggi.

Leggi anche –> Giulietta Masina, chi era: vita, carriera, curiosità sull’attrice moglie di Fellini

Attore professionista, dall’inizio degli anni Ottanta è stato impegnato in spettacoli teatrali, cortometraggi e documentari. Ha recitato tra gli altri nei corti del 2013 ‘Giusta’ e ‘Lao’, diretti rispettivamente da Giuseppe Tandoi e Gabriele Sabatino Nardis.

Leggi anche –> Riccardo Maria Manera, chi è: età, carriera, vita privata dell’attore

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carriera e curiosità sull’attore Alberto Santucci

(Facebook)

In televisione, appare nella puntata del 18 gennaio 2020 di Meraviglie, il programma condotto da Alberto Angela. Nella trasmissione di Raiuno, interpreta il ruolo di Papa Celestino V. Il Pontefice visse in povertà come monaco benedettino in suggestivi eremi scavati nella roccia del massiccio della Majella, prima di salire al Soglio pontificio. Nel 2008, Alberto Santucci ha preso parte al cast del film Mala tempora, diretto da Stefano Amadio e ambientato in Abruzzo alla fine del XIII secolo.

L’attore ha lavorato in spettacoli di compagnie teatrali quali il Teatro Lanciavicchio, Teatrabile, Teatri d’Abruzzo, Classe Mista, Florian, Mascarò, e in spettacoli prodotti dal Teatro Stabile d’Abruzzo. Ha partecipato a diversi seminari con attori di fama mondiale ed è infine stato cantante in cori polifonici. Nel 2016, l’attore teatrale aveva accusato un malore durante lo spettacolo “Il re muore” di Ionesco, messo in scena dal “Il Lanciavicchio”. Tornò in scena circa un mese dopo.