Padre confessa di aver ucciso moglie, figli e cane durante le vacanze di Natale

Un padre pieno di debiti ha ucciso la moglie, i tre figli ed il cane durante le vacanze di Natale passate in Florida. Trovati i corpi, l’uomo ha confessato.

La famiglia Todt era scomparsa nel nulla ormai da giorni. I vicini di casa non li vedevano in zona già dalla metà di dicembre, mentre i parenti non ricevevano loro notizie dalla fine dello stesso mese. Il 29 dicembre è stato proprio uno dei parenti della moglie, preoccupato dal fatto che la donna non rispondeva loro da due giorni, a chiamare la polizia per chiedere un controllo nella loro abitazione.

Leggi anche ->Formia, spara e uccide la sua famiglia e poi si toglie la vita

A rispondere ai messaggi in quei giorni, infatti, era stato Anthony (il marito) spiegando loro che la moglie ed i figli erano malati e per quel motivo non potevano rispondere. Evidentemente la scusa era sembrata insolita ad uno di loro che ha contattato le forze dell’ordine. A spiegarlo è stato Russ Gibson, sceriffo della contea di Osceola: “Il 29 dicembre un membro della famiglia di Anthony Tods ci ha chiamato chiedendoci di controllare lo stato di salute della famiglia, perché gli era stato detto che avevano l’influenza e non gli rispondevano da due giorni”.

Leggi anche ->Adolescente geloso uccide la fidanzata e stermina tutta la sua famiglia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Scoperti i cadaveri di moglie e figli, padre confessa l’omicidio

Durante la visita alla casa dei Todt i poliziotti non hanno notato nulla di sospetto, ma il mercoledì successivo è stata ricevuta una seconda chiamata dai vicini di casa. Questi erano preoccupati per lo stato di salute della famiglia. A quel punto il procuratore ha chiesto un mandato di perquisizione per l’appartamento e gli agenti sono tornati una seconda volta. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato il corpo senza vita della moglie e dei tre bambini, nonché quello del cane. Anthony nel frattempo aveva ingurgitato delle pillole con l’intento di togliersi la vita.

L’uomo è stato quindi portato in ospedale per le cure del caso e quando è stato dimesso è stato arrestato. Durante l’interrogatorio il padre ha confessato di aver ucciso la sua famiglia e di aver vissuto nella casa per giorni in mezzo ai loro corpi privi di vita. Dalle indagini è emerso che la ragione del folle gesto potrebbero essere i debiti. L’uomo, infatti, aveva accumulato circa 100 mila dollari di debiti, inoltre pare avesse perso la licenza di vendita con la quale lavorava da anni.