Morto Pietro Migliaccio | il celebre nutrizionista scomparso per un malore

È morto Pietro Migliaccio, famosissimo nutrizionista e volto televisivo molto apprezzato. Il decesso avvenuto a Roma dopo un malore improvviso.

morto Pietro Migliaccio
È morto Pietro Migliaccio FOTO viagginews

È morto il professor Pietro Migliaccio. Il decesso del celebre medico dietologo e nutrizionista ha avuto luogo in ospedale a Roma. Alcune agenzie di stampa riferiscono che stava andando a lavorare quando ha accusato un malore. Subito ricoverato, il professor Pietro Migliaccio sarebbe morto poi poco dopo in ospedale.

LEGGI ANCHE –> Dieta Dinner Cancelling | come Fiorello ha perso peso in poco tempo

Era diventato molto famoso non solo per le sue apprezzate pubblicazioni in ambito di alimentazione, ma anche per le numerose partecipazioni a svariati programmi televisivi, nel corso dei quali illustrava quelle che erano le sue teorie in materia. Teorie tra l’altro condivise dal mondo scientifico di riferimento. Trai tanti messaggi che stanno arrivando nei confronti del compianto professionista spicca quello di Barbara Palombelli. La giornalista e conduttrice di ‘Forum’ ha scritto sui social network quanto segue. “La scomparsa del professor Pietro Migliaccio lacia un vuoto immenso. Con 50 anni di consuetudini familiari, affetto, amicizia, assistenza professionale e tanti momenti meravigliosi vissuti insieme. Lo ricorderò oggi in tv”.

LEGGI ANCHE –> Dieta detox dopo le feste: come smaltire i chili presi nelle vacanze

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Morto Pietro Migliaccio, tantissime le attività svolte in carriera

Il professor Migliaccio era originario di Catanzaro ed aveva conseguito la laurea all’Università La Sapienza di Roma in Medicina e Chirurgia. Era libero Docente in Scienza dell’Alimentazione e Specialista in Gastroenterologia, oltre che esperto in Auxologia. Collaborava con diverse università italiane per divulgare la propria competenza come nutrizionista e dietologo clinico, oltre a svolgere anche attività didattica ed a prendere parte a svariati seminari e conferenze. Inoltre ha ricoperto il ruolo di ricercatore dell’Istituto Nazionale della Nutrizione, attuale INRAN – Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, attuale CRA.NUT. Il tutto per più di 25 anni. Tantissimi anche gli articoli scritti di proprio pugno per giornali e riviste, sempre in ambito alimentare. Era presidente della Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione (S.I.S.A) dal 12 marzo 2010, per poi rivestire la carica di presidente onorario.

LEGGI ANCHE –> “Come dire addio a dolciumi & Co”: la dieta infallibile della neuroscienziata