Maria Sestina Arcuri, aggredita la nonna del presunto killer: “Lo proteggi”

La nonna di Andrea Landolfi, il presunto assassino di Maria Sestina Arcuri, è stata aggredita fisicamente e verbalmente: “Proteggi un assassino”. 

L’hanno aggredita prendendola a spintoni e inveendo contro di lei: “Lo stai difendendo, sei complice di tuo nipote che è un assassino. Te la faremo pagare”. Queste le parole che due donne a bordo di un autobus hanno scagliato contro Mirelli Iezzi, la nonna settantenne di Andrea Landolfi, il giovane che si trova in carcere perché sospettato di aver ucciso la compagna Maria Sestina Arcuri a Ronciglione (Viterbo).

Leggi anche –> Maria Sestina Arcuri: arrestato il fidanzato, aveva parlato di incidente

Leggi anche –> Maria Sestina Arcuri: la mamma ospite di Quarto Grado

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le accuse di complicità con l’assassino di Maria Sestina Arcuri

Le ragioni che possono aver spinto le due donne a scaricare tanta violenza contro l’anziana sono ora al vaglio degli inquirenti. Alcuni passeggeri presenti sul bus hanno assistito all’episodio e verranno sentiti per identificarle. Certo è che negli ultimi giorni la vicenda della morte della giovane parrucchiera originaria di un piccolo comune della Calabria è tornato sotto i riflettori, perché lunedì prossimo si aprirà il dibattimento al tribunale della Tuscia.

Secondo la Procura di Viterbo, l’anziana sarebbe l’unica testimone oculare dei fatti (oltre insieme al figlio di 5 anni). La stessa Procura è convinta che le lesioni che ne hanno determinato la morte della donna siano state provocate dal fidanzato, che l’avrebbe spinta giù da una scala. Al vaglio dei magistrati ci sono poi le dichiarazioni del figlio minore di Landolfi, che è stato ascoltato con un’audizione protetta da un assistente sociale consulente del pubblico ministero.

Ma l’avvocato Giacomo Marini, che difende del presunto assassino, e la psicologa Anna Maria Casale hanno messo in luce nei giorni scorsi alcune incongruenze nella ricostruzione da parte dell’accusa della morte di Maria Sestina, e le presunte contraddizioni potrebbero ribaltare l’intera vicenda. E non a caso la nonna oggetto della violenta aggressione figura tra i testi della difesa.

Leggi anche –> Chi l’ha Visto, si parla di Maria Sestina Arcuri: ci sono aspetti da chiarire

EDS