Studente cade in carrozzina per una buca in strada, morto in ospedale a Firenze

Uno studente 21enne in carrozzina è caduto per colpa di una buca in strada a Firenze, in Piazza Brunelleschi. E’ morto dopo poco in ospedale, a seguito di complicazioni.

Si chiama Niccolò Bizzarri lo studente 21enne morto lunedì a Firenze, dopo essere caduto dalla sua carrozzina a rotelle elettrica a causa di una buca per terra vicino. E’ successo mentre il ragazzo percorreva Piazza Brunelleschi, intorno all’una e mezza del pomeriggio: nella strettoia vicino alla Rotonda, a causa di una buca, Niccolò si è sbilanciato ed è caduto a terra, riportando alcune ferite al viso e al braccio. Racconta un testimone: “Le ruote si sono bloccate per il dislivello di 10 centimetri che c’è tra una pietra e l’altra e Niccolò è stato catapultato a terra. Sembrava stare bene. Interagiva, diceva di avere qualche dolorino ma nulla di più”. I soccorritori del 118 lo hanno portato al pronto soccorso, dove gli è stato diagnosticato un trauma cranico. Diverse ore dopo, verso le 20.30, Niccolò è improvvisamente peggiorato, forse per colpa di un problema cardiaco, e lo sforzo dei medici è stato inutile. Il ragazzo era iscritto alla Facoltà di Lettere, di cui era anche rappresentante degli studenti per Lista Aperta.

Potrebbe interessarti anche –> Virus New Delhi | donna muore a Firenze | “Impossibile salvarla”

Cade in carrozzina, la Procura di Firenze avvia le indagini in Piazza Brunelleschi

La Procura di Firenze ha disposto il sequestro della salma di Niccolò Bizzarri, e ha ordinato l’autopsia per chiarire le cause della morte. La procura dovrà fare chiarezza su un punto molto importante, ovvero se Niccolò al momento del malore fosse ancora ricoverato al pronto soccorso oppure se si trovasse già fuori dal reparto in attesa di rientrare a casa. Per le indagini saranno decisive la cartella clinica di Niccolò e le testimonianze dei presenti. La Procura ha fatto sequestrare anche il tratto di selciato in cui Niccolò è caduto, ma quando ieri sono iniziati i lavori di posizionamento delle transenne la buca era già stata riasfaltata. I magistrati cercheranno di capire la dinamica dell’accaduto con l’appoggio delle immagini riprese dalle telecamere di video sorveglianza della zona.

Cade in carrozzina, l’addio a Niccolò Bizzarri

Martedì sera in più di 400 si sono ritrovati nella parrocchia di San Michele a San Salvi. Francesco Grazzini, amico e collega universitario di Niccolò, ha raccontato: “Abbiamo recitato un rosario per Niccolò che aveva una grande fede. Con la sua semplicità era entrato nel cuore di tutti, non si era mai lamentato della sua malattia, ma anzi era un gran lottatore. E grazie alla sua caparbietà, in Facoltà si stava facendo tanto per abbattere le barriere architettoniche”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!