Stasera in tv, Presa diretta – Attacco al Papa: le anticipazioni del 13 gennaio

Appuntamento questa sera, lunedì 13 gennaio, con una nuova puntata di Presa diretta, intitolata Attacco al Papa: le anticipazioni di oggi

Presa diretta
foto Facebook Presa diretta

Nuova puntata del ciclo di Presa diretta, condotto da Riccardo Iacona, che andrà in onda questa sera, lunedì 13 gennaio alle 21.20. L’appuntamento sarà intitolato “Attacco al potere”, che verrà seguito successivamente da nove puntate in prima serata. Ci sarà il focus sul pontificato Bergoglio e così lo stesso Iacona ha svelato ai microfoni di Ansa i dettagli: “La potente spinta riformatrice del pontificato di Papa Francesco, la prima dopo oltre 20 anni, ha lasciato un segno. Perché allora il pontefice è sotto l’attacco del ‘fuoco amico’ all’interno dello stesso mondo cattolico? Chi sono e che cosa vogliono i suoi potenti nemici? Tra questi mettiamo anche i sovranisti di casa nostra, ma anche Trump e non solo. Le parole e le scelte di Francesco in questi anni hanno toccato temi sensibili come la morale sessuale, il cambiamento climatico e la crisi ambientale, i migranti, i giovani, la giustizia sociale, il dialogo tra le religioni, i toni e le parole della politica”.

LEGGI ANCHE >>> Papa Francesco, dallo schiaffo alla fedele nasce un videogioco

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Stasera in tv, Presa diretta – Attacco al Papa: le curiosità

Lo stesso conduttore di Presa Diretta ha, poi, svelato, altre curiosità interessanti sulla puntata che andrà in onda il 13 gennaio come svelato dall’Ansa: “Ha un consenso popolare immenso, anche tra i più giovani, è considerato il più amato tra i leader mondiali; il Papa dell’ascolto, della misericordia. Ma i nemici più agguerriti sono a casa sua e li conosce”. Infine, ha concluso: “Quando parla di migranti lo accusano di fare politica, per il sinodo dell’Amazzonia lo anno tacciato di idolatria. Gli hanno dato dell’apostata e dell’eretico per le sue prese di posizione a difesa dell’ambiente, sono arrivati a chiedere le sue dimissioni, accusandolo di aver coperto casi di pedofilia, chi son è perché ce l’hanno con papa Francesco, l’inflessibile”.

Riccardo Iacona