Donna uccisa | corpo in un sacco a pelo lungo la strada | “È stata la nuora”

Il cadavere di una donna uccisa era stato trovato in un sacco a pelo lungo la Statale. Dopo mesi di indagine il cerchio si stringe sulla nuora brasiliana.

Donna uccisa Simonetta Gaggioli
Si chiamava Simonetta Gaggioli la donna uccisa presumibilmente dalla nuora FOTO viagginews

Era di Simonetta Gaggioli il corpo della donna uccisa rinvenuto cinque mesi fa all’interno di un sacco a pelo a Riotorto, in provincia di Livorno. La morte pare essere incorsa proprio perché addotta, e non per cause naturali o per qualche malore.

LEGGI ANCHE –> Italiano ucciso | aggredito in Romania | omicidio voluto dalla moglie

In tutto questo tempo le autorità hanno portato avanti una indagine relativa alle circostanze che hanno portato quella ex funzionaria della Regione Toscana a morire, per vederne poi il corpo abbandonato lungo la Strada Statale Aurelia. Gli inquirenti hanno stretto il cerchio attorno ad Adriana Pereira Gomes, 32enne di nazionalità brasiliana e compagna di Filippo Andreani, figlio della stessa donna uccisa. La giovane sarebbe accusata di avere indotto il decesso della Gaggioli somministrando a quest’ultima una massiccia dose di farmaci. Una volta spirata poi avrebbe messo la suocera nel sacco a pelo, per scaricarla in strada. I carabinieri del reparto operativo di Livorno hanno arrestato proprio con queste accuse la Gomes. Anche il figlio della vittima risulta indagato, per omicidio volontario e per occultamento di cadavere.

LEGGI ANCHE –> Elena Ceste figlia | la 19enne Elisa scrive una lettera splendida FOTO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Donna uccisa, la nuora si dice innocente

Ci sarebbero prove evidenti contro la brasiliana. La quale avrebbe agito per cercare di ottenere dei benefici relativamente ad un discorso di eredità. L’arresto ha avuto luogo all’interno di una casa popolare di Grosseto, dove la Gomes viveva proprio con Filippo Andreani. Da valutare comunque la posizione di quest’ultimo, che secondo alcuni sviluppi recenti, alla fine potrebbe risultare estraneo alla vicenda. Lo scorso 3 gennaio Adriana Pereira Gomes era stata sottoposta ad esperimento giudiziale. Le era stato fatto simulare il trasporto di un sacco di 60 kg – corrispondente al peso della donna morta – che lei è riuscita a caricare in auto. Questo dimostrerebbe come avrebbe potuto agire da sola. Lei si proclama innocente e racconta di avere trovato la suocera morta una volta tornata a casa. Presa dal panico, l’avrebbe prima messa sotto ad un letto e poi portata in un fossato lungo la Statale.

LEGGI ANCHE –> Marito uccide moglie | “Solo un incidente” | arma detenuta illegalmente