Andrea Vianello colpito da ictus, il dramma del conduttore

Il dramma del conduttore Andrea Vianello colpito da ictus quasi un anno fa: oggi per la prima volta racconta cosa gli è accaduto.

(screenshot video)

Nipote del cantante Edoardo Vianello e cugino dell’attore Raimondo Vianello, il giornalista e presentatore televisivo Andrea Vianello è noto per aver condotto diverse trasmissioni di un certo successo. In particolare, dal 2004 conduce Mi manda Raitre. Quindi dal 2010 passa alla conduzione di ‘Agorà’ e nel 2013 è direttore di Raitre. A luglio 2017, è vicedirettore di Raiuno. La sua carriera viene improvvisamente troncata da un dramma: il 2 febbraio 2019 è colpito da un ictus.

Leggi anche –> Ictus Gaetano Curreri, quando il leader degli Stadio rischiò di morire sul palco

Leggi anche –> Cesare Bocci, la moglie colpita da ictus ed embolia: “In coma per 25 giorni”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’ictus che ha colpito Andrea Vianello un anno fa

(screenshot video)

L’ischemia cerebrale gli ha tolto temporaneamente la capacità del linguaggio. Quasi un anno dopo, Andrea Vianello ha scelto di raccontare quello che gli è successo in un libro, “Ogni parola che sapevo”. Su Twitter, oggi il conduttore torna su quanto accaduto a febbraio dello scorso anno: “Il 2 febbraio dello scorso anno ho avuto un ictus, ho subito un’operazione d’urgenza, e quando mi sono risvegliato non riuscivo più a parlare”.

Poi sottolinea: “Proprio io, che sapevo solo parlare: non potevo dire nemmeno i nomi dei miei figli. Questo libro è stata la mia terapia e la mia speranza”, chiosa parlando del libro dato alle stampe. Nello specifico, Andrea Vianello è stato colpito da un’ischemia cerebrale che ha colpito il lato sinistro del cervello, causata da una dissecazione della carotide. L’operazione che ha subito non è stata per nulla semplice, ma oggi il conduttore ha la possibilità – anche grazie al libro che ha scritto – di fare quello che gli è sempre riuscito meglio.