Omicidio Daniele Belardinelli, confermata l’accusa all’ultrà Fabio Manduca

I giudici del Riesame hanno confermato l’accusa di omicidio volontario all’ultrà Fabio Manduca, arrestato lo scorso 18 ottobre per aver travolto e ucciso Daniele Belardinelli. 

“Il fatto denota totale indifferenza alla vita umana”: così scrivono i giudici del Riesame a proposito della morte di Daniele Belardinelli, il tifoso ucciso a Milano, nel confermare l’accusa di omicidio volontario all’ultrà Fabio Manduca.

Quest’ultimo è stato arrestato lo scorso 18 ottobre per aver travolto e ucciso col proprio suv il giovane tifoso durante gli scontri del 26 dicembre 2018, ed è ora ai domiciliari: secondo i giudici, se tornasse libero potrebbe inquinare le prove.

Leggi anche –> Daniele Belardinelli, chi è il tifoso morto prima di Inter-Napoli 

Leggi anche –> Daniele Belardinelli: ultrà del Napoli indagato per omicidio volontario

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giudizio del Riesame sul killer di Daniele Belardinelli

I giudici del Riesame di Milano hanno dunque negato la libertà all’ultrà napoletano 39enne Fabio Manduca, sostenendo che le “modalità del gravissimo fatto denotano una totale indifferenza alle regole civili e alla vita umana”. Nella giornata di ieri lo stesso tribunale ha confermato per lui l’accusa di omicidio volontario.

I giudici sottolineano che dopo l’investimento Manduca “si è regolarmente recato allo stadio per assistere alla partita”. E che, come accennato, l’ultrà non dovrebbe tornare libero per il pericolo di inquinamento delle prove: “E’ del tutto verosimile che, se libero, proseguirebbe a contattare testi e coindagati onde ottenere dichiarazioni favorevoli”, in vista del dibattimento.

Ricordiamo che il gip Guido Salvini, che si era occupato della convalida del fermo di Manduca, aveva disposto una perizia con una piantina con la posizione dei mezzi nel luogo e al momento degli scontri. Nonostante i risultati della consulenza affidata a Giovanni Argenta, progettista della Renault Italia, con tanto di fotografie della Renault Kadjar coinvolta, l’ultrà ha sempre negato che quella vettura fosse guidata da lui.

Leggi anche –> Tifoso morto in scontri ultrà, arrestato l’investitore per omicidio volontario

Leggi anche –> Scontri prima di Inter-Napoli, ecco 5 condanne: 3 anni e 8 mesi a Mino Ciccarelli

EDS