Maniaca inganna 50 ragazzine | “Si spacciava per un coetaneo” FOTO

Una donna di 21 anni si travestiva per adescare delle adolescenti. Le minorenni pensavano che questa maniaca fosse un loro coetaneo.

maniaca abusi minorenni
Una maniaca si spaccia per un adolescente ed abusa di svariate ragazzine minorenni FOTO viagginews

Una maniaca si spacciava per adolescente pur avendo 21 anni. Ed agiva in maniera tale da dominare mentalmente di svariate minorenni, tutte di 15 anni di età in media, per poi poterne abusare.

LEGGI ANCHE –> Stupratore seriale | finalmente in manette | abusa di quasi 200 uomini in 10 anni

Lei si chiama Gemma Watts e la polizia l’ha arrestata con svariate accuse di violenza carnale nei confronti di minori. Si suppone che le sue vittime siano almeno 50, tutte femmine. La cosa sorprendente è che tutte loro pensavo di stare incontrando un maschio. La Watts si travestiva tenendo legati i suoi lunghi cappelli in una crocchia, nascondendoli in un berretto da baseball. Indossava solitamente una felpa con cappuccio e dei pantaloni larghi da jogging. La donna si spacciava per un fantomatico 16enne, Jake Waton. Agiva anzitutto sui social network, in particolare su Whatsapp, Snapchat ed Instagram. Le sue vittime preferite erano le ragazze tra il 14 ed i 16 anni.

LEGGI ANCHE –> Padre violenta figlio | il piccolo aveva solo 10 anni | finisce in tragedia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Maniaca agiva sempre con lo stesso metodo

La maniaca viveva con sua madre ad Enfield, un sobborgo di Londra. Condivideva video relativi all’uso dello skateboard e ad altre tematiche molto diffuse dai giovani. Inoltre usava un gergo di chiaro stampo adolescenziale ed adulava le sue interlocutrici facendo uso di svariati vezzeggiativi. Ben presto giungeva alle richieste di scambiare foto intime e private, parlandoci anche al telefono, per poi arrivare ad organizzare degli incontri. Questa donna, che in passato aveva intrapreso quella che sembrava essere una promettente carriera nel calcio femminile, ha ammesso di essere colpevole di tutti i capi di imputazione (sette in totale) contestatele. Ha anche dichiarato di essersi travestita appositamente per compiere le proprie malefatte.

LEGGI ANCHE –> Lanciatore seriale di feci | arrestato il maniaco che ha terrorizzato la città

Abilissima nei travestimenti, anche la polizia pensava fosse un maschio

Nel dettaglio gli incontri dal vivo sono stati sette. Di tre non si hanno i dettagli, gli altri invece sono avvenuti con una 14enne e con tre 15enni. Gemma Watts era così abile nei suoi travestimenti da avere persino passato del tempo impersonando il suo personaggio di Jake con alcuni dei genitori delle sue vittime. Ed anche la polizia ha pensato che fosse un maschio. Tutte le adolescenti credevano di avere avuto una relazione con un ragazzo fino a quando la polizia non ha rivelato che in realtà era una donna adulta. “Per alcune di queste ragazze si trattava della loro prima relazione. Le ha ingannate per tutto il tempo”, ha dichiarato un investigatore. La scoperta di tutte queste malefatte è datata a marzo 2018.

Agiva lo stesso nonostante gli ordini restrittivi

In quella circostanza tutto era finito alquanto rapidamente, ma la maniaca è finita in manette nell’ottobre dello stesso anno, al quarto incontro indebito con una minorenne. In questo caso erano stati i genitori di quest’ultima ad allertare le autorità. Era scattato un provvedimento restrittivo, che la Watts violò dopo appena due settimane. Nel 2019 ecco poi un nuovo arresto a marzo, con la donna però già libera ad agosto. Tempo trenta giorni e riecco la diabolica Gemma ancora implicata nelle solite faccende. A novembre 2019 infine il processo con svariati capi di imputazione a carico della 21enne.