Davide Marasco, condannato l’albanese ubriaco che travolse il 32enne

E’ stato condannato a sette anni e 2 mesi l’albanese ubriaco che otto mesi fa a Roma travolse e uccise il 32enne Davide Marasco. 

7 anni e 2 mesi: è questa la condanna inflitta per l’omicidio stradale di Davide Marasco, il giovane panettiere 32enne travolto ucciso da un pirata della strada mentre si recava a lavoro in scooter la mattina del 27 maggio scorso. Quella mattina all’alba Davide stava compiendo il consueto tragitto quando Naim Xhumari, un cittadino albanese, completamente ubriaco, lo investì con una Ford Fiesta dopo aver imboccato contromano la via Casilina, nella zona di Torre Maura, periferia di Roma.

Leggi anche –> Chi erano Elisa e Sonia | le donne uccise a Senigallia da un pirata della strada

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Una sentenza giusta per il killer di Davide Marasco

Dopo il terribile lutto la mamma di Davide Marasco, Maria Grazia Carta, ha intrapreso una dura battaglia per ottenere giustizia per suo figlio e sua nipote: la vittima era infatti un giovane papà. Dopo la richiesta del Pm, che nell’udienza di inizio dicembre scorso aveva chiesto 5 anni per Naim Xhumari, oggi è arrivata la sentenza di primo grado, che condanna il pirata della strada a sette anni e due mesi di carcere.

Probabilmente è la prima sentenza giunta dopo l’approvazione dell’omicidio stradale (durante il governo di Matteo Renzi), e segna un precedente importante per quanto riguarda gli investimenti dei pedoni. “È una sentenza giusta – commenta la signora Carta -. Questi sono omicidi che vanno fermati, chiunque li compia. Non esistono morti di serie A o serie B. Voglio mandare un abbraccio ai genitori di Gaia e Camilla, le due 16enni morte investite nel dicembre scorso, che stanno vivendo un dramma immenso”.

Leggi anche –> E’ morto Davide Torresan, due anni: aperte indagini per omicidio stradale

Leggi anche –> Gaia e Camilla | la Palombelli tuona | “Basta ipocrisie, a 16 anni così anche io”

EDS