Collega lo avvelena con il mercurio, uomo muore dopo 4 anni di coma

Per anni un collega ha avvelenato il suo pranzo con il mercurio, finché non è finito in coma. Dopo 4 anni di ricovero l’uomo è morto.

Nel 2016 un dipendente di una compagnia che si occupa della produzione di metalli filettati nella città di Schloss Holte-Stukenbrock, Germania, è finito misteriosamente in coma. Dalle analisi è risultato che nel suo corpo c’era un’alta concentrazione di mercurio e acetato. Inizialmente gli investigatori non sono riusciti a risalire alla causa di questo avvelenamento, ma nel 2018 è diventato chiaro che non si era trattato di una casualità.

Leggi anche ->Bambina uccisa, avvelenata con cianuro nella sua medicina: non si sa da chi e perché

Un dipendente della stessa compagnia, infatti, ha notato che all’interno del suo panino c’era una strana polverina bianca. Convinto che si trattasse di un’incidente ha segnalato la cosa all’azienda. Dal controllo delle telecamere della mensa è emerso che ha mettere la polverina, un misto di mercurio ed acetato (sostanze prive di sapore), era stato uno dei dipendenti. L’uomo, Klaus O., è stato immediatamente licenziato e denunciato.

Leggi anche ->Mamma arrestata | “Voleva avvelenare le figlie” | in carcere da innocente

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Avvelena il collega con il mercurio, l’uomo muore dopo 4 anni

Durante le indagini si è scoperto che Klaus aveva preso di mira diversi colleghi negli anni e che era stato proprio il suo tentativo di avvelenamento che aveva causato il malore del collega in coma. Durante il processo l’uomo è stato condannato per tentato omicidio ed ora si trova in carcere. Il suo legale ha fatto ricorso, ma il giudice ha rifiutato di ridurre la sua condanna poiché lo ritiene un pericolo per la salute pubblica. In questi giorni la sua prima vittima è deceduta dopo 4 anni di coma, non è chiaro se verrà avviato un secondo processo a carico dell’uomo per omicidio volontario.