Calciatore malato sceglie la sedazione, la fidanzata: “Amate la vita”

(Facebook)

La fidanzata di Giovanni Custodero, il calciatore malato di tumore che ha scelto la sedazione profonda, ha voluto spiegare a tutti chi è l’uomo che ama.

Giovanni Custodero ha scoperto nel 2015, a soli 23 anni, di essere malato di sarcoma osseo. La forma aggressiva di tumore ha costretto i medici ad amputargli una gamba nel tentativo di bloccare la diffusione delle cellule malate. Una scelta che ha radicalmente cambiato la sua vita e gli ha impedito di fare ciò che più amava: giocare a calcio. Giovanni, infatti, era il portiere del Fasano, squadra di Serie C2 di calcio a 5. Nonostante questo il ragazzo non si è abbattuto ed ha affrontato la lotta alla malattia con positività e coraggio.

Leggi anche ->Lorella Cuccarini, tumore alla tiroide: la confessione, “la vita in frantumi”

In questi 4 anni ha condiviso con il popolo di Facebook la sua storia e le sue sofferenze, ma anche la sua voglia di vivere e la speranza che tutto sarebbe andato per il meglio. Purtroppo la radioterapia e la chemioterapia non hanno impedito la diffusione del tumore e la sua lotta è giunta allo stadio finale. Ad annunciarlo è stato lui stesso in un post pubblicato martedì, nel quale ha annunciato di aver deciso di sottoporsi a sedazione profonda per non sentire più dolore.

Leggi anche ->Bambina morta tumore | il male scambiato per “dolori della crescita”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Luana parla di Giovanni, il calciatore che ha accettato il suo destino

In questi giorni sono stati innumerevoli i messaggi di supporto ricevuti dal ragazzo. La sua storia d’altronde è stata trattata da tutti i media, e l’Italia intera è a conoscenza della scelta che ha fatto. Proprio perché tutti ne parlano, la fidanzata Luana ha deciso di scrivere un post in cui spiega a tutti chi è Giovanni e perché dovrebbe essere un esempio per tutti. Luana spiega a chi legge il coraggio mostrato dal fidanzato: “Giovanni è stato colpito da una rara forma di sarcoma osseo in stadio avanzato, chiunque sarebbe crollato ma lui no: ha deciso di amputare l’arto fin sotto il ginocchio, se questo significa poter continuare a vivere, e di lì ha iniziato a godersi ogni momento con i parenti, la fidanzata e gli amici”.

La lettera aperta della ragazza, scritta per conto della famiglia continua con queste parole: “Lui è convinto convinto che ognuno di noi abbia all’interno di sé la forza e la capacità di affrontare qualunque ostacolo si incontri nella vita. Chi non sorriderebbe di fronte ad un dono del genere?”. Luana spiega poi cos’è la sedazione profonda: “La sedazione continua e profonda è un trattamento sanitario al quale si ricorre per consentire a un paziente terminale di non provare dolore dopo che le altre terapie sono risultate inefficaci. Ora riposa tranquillo, circondato dall’affetto delle persone più care, e consapevole del fatto che tutti voi state facendo il tifo per lui”. Quindi conclude con un invito rivolto a tutti: “Amate la vita”.

La lettera della famiglia per intero