Massimo Piras, carabiniere eroe si schianta col paracadute: ecco come sta

Brutta caduta per Massimo Piras, il carabiniere eroe di Borgo Panigale, medaglia d’oro al valore civile, è rimasto gravemente ferito in fase di atterraggio. 

Massimo Piras, 49enne maresciallo maggiore dei carabinieri, è il paracadutista rimasto gravemente ferito ieri all’aviosuperficie di Molinella, nel Bolognese, dopo una brutta caduta nella fase di atterraggio. Il militare, comandante del nucleo Radiomobile di Borgo Panigale, è molto conosciuto e stimato, essendo stato tra i primi a prestare soccorso ai feriti dopo l’esplosione di un’autocisterna il 6 agosto 2018 sul raccordo A1-A14 di Bologna, nella quale rimase a sua volta ustionato.

Leggi anche –> Bologna, autocisterna esplode: ecco il momento esatto dell’impatto – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La disavventura di Massimo Piras

Per il suo eroico intervento Massimo Piras ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella la medaglia d’oro al valore civile, oltre a un riconoscimento dal console della Repubblica di Bulgaria per avere aiutato, sempre in occasione di quella drammatica esplosione, un gruppo di ragazzi bulgari in gita a Bologna.

Anche per questo la notizia dell’incidente di ieri con il paracadute ha assunto subito un rilievo nazionale. La dinamica è ancora in fase di ricostruzione, ma a destare preoccupazione in questo momento sono soprattutto le condizioni del militare. Il 49enne è stato tempestivamente soccorso dal 118 e portato all’ospedale Maggiore, dove è tuttora ricoverato nel reparto rianimazione con prognosi riservata. A quanto risulta, non è in pericolo di vita, anche se le sue condizioni restano critiche.

Leggi anche –> Si lancia da 4500 metri, il paracadute non si apre e quello che succede dopo è sconvolgente

Leggi anche –> Addio al base jumper Luca Barbieri: si schianta dopo il lancio da un viadotto 

EDS