Arezzo, bimbo di 6 mesi “dimenticato” dai genitori in un androne

Il piccolo è stato abbandonato per ore nell’androne di un palazzo di Arezzo. La difesa disperata dei suoi genitori: “L’abbiamo dimenticato”. 

Befana da dimenticare per una famiglia di Arezzo. Complice una “dimenticanza” madornale, un bimbo di 6 mesi è rimasto per ore nell’ovetto sotto l’androne di casa. La sua mamma e il suo papà pensavano di averlo portato in casa al rientro, ma non era così. Un terribile errore che solo per un caso fortunato non è sfociato in tragedia.

Quando i genitori del neonato si sono accorti, di punto in bianco, che il piccolo non era dove credevano, lui, rimasto al freddo e al gelo per ore, era già stato portato in ospedale da due giovani che, rincasati, lo avevano visto intirizzito nell’ovetto. Grazie a loro il bimbo è stato affidato alle cure dei medici del San Donato di Arezzo per le cure immediate.

Leggi anche –> Catania: papà dimentica figlio di due anni in macchina per sei ore, è morto

Leggi anche –> Forlì, bambino dimenticato sul treno dai genitori

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La terribile dimenticanza della coppia di Arezzo

Solo quando il papà si è presentato in ospedale in piena notte è emersa l’assurda dinamica della vicenda: “Ce lo siamo dimenticati. Pensavo di averlo portato a casa e invece ci siamo accorti molto dopo che non era così” ha raccontato il 40enne argentino, compagno della 24enne italiana madre del piccolo. La Polizia di Arezzo ha comunque aperto le indagini e provvederà a segnalare il fatto alla Procura minorile di Firenze, anche se al momento si escludono elementi volontari dietro al gesto dei due genitori.

Quanto al bambino, per ora resta affidato al reparto di pediatria di Arezzo per le cure intensive dopo il freddo patito nell’androne del palazzo. Fortunatamente le sue condizioni sono buone, ma lo spavento è stato tanto, come pure lo choc, e la dimenticanza poteva davvero costare molto caro.

EDS