Brescia, muore la 48enne ricoverata per meningite

Marzia Colosio, madre di due figli, è stata stroncata dalla meningite. La sepsi che l’ha uccisa sembra essere la stessa che aveva colpito la studentessa di Villongo. 

Non ce l’ha fatta Marzia Colosi, la 48enne che era ricoverata da giovedì agli Spedali Civili di Brescia per meningite. La donna, madre di due figli, residente a Predore e originaria di Tavernola, in provincia di Bergamo, è morta nelle scorse ore. Il suo è il quarto caso di sepsi da meningococco che si registra in meno di un mese nella zona del Lago di Iseo, nel Bergamasco. I medici le hanno diagnosticato una forma particolarmente aggressiva: stando alle prime analisi si tratterebbe di una sepsi da meningococco di tipo C.

Leggi anche –> Meningite, studentessa morta: la procura di Brescia indaga su 7 medici

Leggi anche –> Veronica Cadei | chi era la ragazza morta di meningite

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Un’ennesima vittima della meningite

Marzia Colosio aveva accusato i primi malori il giorno di Capodanno e ieri è stata ricoverata. Le sue condizioni erano apparse subito gravi. La 48enne lavorava a Castelli Calepio, paese a pochi chilometri da Villongo, dove nel dicembre scorso sono stati registrati ben tre casi di meningite. Sarà ora l’autopsia a stabilire se il ceppo è effettivamente lo stesso. E’ stata comunque avviata la profilassi per i parenti e tutti coloro che sono entrati in contatto con la donna.

Come accennato, il caso di Marzia Colosio è considerato, per le modalità, identico a quello di Veronica Cadei, la 19enne di Villongo, sempre in in provincia di Bergamo, morta a inizio dicembre all’ospedale bresciano dopo aver accusato un malore sui banchi dell’università Cattolica. Il sindaco di Predore, Paolo Bertazzoli, ha diffuso un comunicato rivolto a tutti suoi concittadini: “Invito tutta la popolazione a stringersi intorno a Marzia e ai suoi cari per far percepire alla famiglia la vicinanza della nostra Comunità. In ogni caso, si invitano tutti i congiunti e quanti ritengano di aver avuto contatti non sporadici con la persona colpita negli ultimi giorni, a prendere contatto con Ats Trescore al n. 035/385456, con il proprio medico di base o con la Guardia Medica al fine di concordare l’avvio immediato della profilassi antibiotica. Non appena concorderemo con Ats nuove iniziative di prevenzione, queste saranno subito comunicate alla popolazione”.

EDS
Gestione cookie