Ylenia Carrisi, 26 anni di silenzi: la verità sulla sua scomparsa

La scomparsa di Ylenia Carrisi, avvenuta 26 anni fa: tante nuove piste e molti silenzi, la verità e la ricostruzione della vicenda.

Di Ylenia Carrisi, la figlia maggiore di Al Bano e Romina Power, si sono perse le tracce ormai più di un quarto di secolo fa. La giovane fu vista per l’ultima volta il 6 gennaio 1994 dal personale dell’hotel di New Orleans. La testimonianza ritenuta più attendibile è quella di Albert Cordova, guardiano notturno dell’Audubon Aquarium of the Americas. Questi disse che quel giorno vide la ragazza lanciarsi nel Mississippi. In realtà, la morte presunta – come da sentenza – viene fatta risalire al 31 dicembre 1993.

Leggi anche –> Ylenia Carrisi morte | Al Bano | “Mi sono ubriacato per lei”

Leggi anche –> Ylenia Carrisi, nuova rivelazione del fratello Yari sulla sua scomparsa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Che fine ha fatto Ylenia Carrisi: un caso ancora aperto?

Ylenia Carrisi

Negli anni, si sono fatte tante, troppe ipotesi, ma totalmente avvolta nel mistero è la sorte della figlia dei due cantanti. Troppe voci incontrollate in questi 26 anni si sono susseguite e il caso è finito spesso a ‘Chi l’ha visto?’, senza però che emergesse concretamente verità diversa da quelle ufficiali. Anche l’atteggiamento dei 2 genitori è stato diametralmente opposto: se Romina Power non si è mai arresa e continua a sperare in un ritorno, Al Bano ha chiesto e ottenuto dal tribunale di Brindisi la dichiarazione di morte presunta. Successivamente ha dichiarato in un’intervista che spera di incontrare Ylenia in paradiso.

Ma ecco appunto che puntualmente riemergono quelle ipotesi che lacerano e addolorano entrambi i genitori. C’è chi dice che la donna che oggi avrebbe 49 anni sia in Svizzera dopo un lungo ricovero in una clinica privata, e chi addirittura in un convento sempre in Sud America. C’è poi una dichiarazione di un detective statunitense, tale Frank Crescentini, che spiega che la donna vivrebbe “sotto protezione e con un’altra identità”. Non manca poi il presunto killer che sostiene di averla uccisa. Invece il trombettista Alexander Masakela, l’ultima ad averla vista, sostiene sia viva, ma non sa dire dove sia.

Una delle ultime piste riemerse riguarda una segnalazione del 2000 di Roberto Fiasconaro, un fotografo di gossip, a cui il cantante Al Bano non diede assolutamente credito. Il fotoreporter sostenne di aver visto Ylenia Carrisi a Venezia. Difficile davvero sapere come siano andate le cose, ma purtroppo a oggi della donna, che quest’anno peraltro compirebbe 50 anni, non si sa nulla e la speranza che possa riemergere e raccontare cosa le sia accaduto negli ultimi 26 anni è davvero ridotta al lumicino.

Ylenia Carrisi romina