Valerio Amatizi, morto a Capodanno: era stato un ‘angelo’ di Arquata

Chi era Valerio Amatizi, morto a Capodanno mentre cercava di spegnere un rogo causato dai botti: era stato un ‘angelo’ di Arquata.

Si chiamava Valerio Amatizi la vittima del rogo di Capodanno in provincia di Ascoli. Il giovane è deceduto mentre provava a spegnere le fiamme nella sterpaglia, causate da alcuni fuochi d’artificio. Stando alla ricostruzione, ha perso l’equilibrio, cadendo per diverse decine di metri. Si tratta della prima vittima – anche se ‘indiretta’ – dei botti di Capodanno dal 2014

Leggi anche –> Caserta: 19enne colpita da un proiettile all’addome durante i botti

Leggi anche –> Botti Capodanno | 48 feriti a Napoli | gravi incidenti a Bari e Milano

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Valerio Amatizi, il giovane morto a Capodanno

Grande il cordoglio ad Ascoli e Arquata del Tronto, paese d’origine della famiglia del giovane, duramente colpito dal sisma del 24 agosto 2016. Proprio Valerio Amatizi era stato uno degli ‘angeli’ del terremoto, prestando soccorso in prima persona, insieme ai suoi familiari, alle persone in difficoltà e sotto le macerie. Sportivo, appassionato di rugby, lavorava in una carrozzeria e aveva studiato disegno industriale all’università di Camerino. Il giovane era molto conosciuto e stimato da tutti: il suo cuore era grande e anche stanotte il gesto che gli è costato la vita è stato istintivo, per evitare conseguenze spiacevoli.

Appena un anno fa, la famiglia del giovane aveva subito un altro grave lutto: la morte del padre di Valerio Amatizi, ucciso durante una battuta di caccia. Unanime il cordoglio e anche Unicam, attraverso il Rettore Claudio Pettinari, ha espresso vicinanza alla famiglia del giovane. Il Comune di Ascoli, invece, dedicherà al giovane prematuramente e tragicamente scomparso il concerto di Capodanno in programma al teatro Ventidio Basso: niente brindisi iniziale e un minuto di silenzio per rispetto del giovane. Decine infine i messaggi di cordoglio sul suo profilo Facebook.