Cosmo, chi è: età, carriera, vita privata del cantante

Marco Jacopo Bianchi, in arte Cosmo, è uno dei cantanti più influenti della scena musicale italiana. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Cosmo, uno dei cantautori italiani più influenti e apprezzati sulla scena musicale italiana contemporanea, ma anche un bravo disc jockey e un valente produttore discografico. Oltre a essere stato frontman dei Drink to Me, ha pubblicato tre album da solista. Ha conquistato il consenso e la fedeltà di un pubblico trasversale che affolla le piazze per poter assistere a un suo concerto e ascoltare i suoi brani mai banali e pregni di pura poesia.

Con Quando ho incontrato te, il suo tormentone del 2018,è riuscito a conquistare il successo e che non vuole più mollare. Non a caso ha confessato apertamente di ispirarsi a giganti del calibro di Lucio Battisti, Franco Battiato, e Gigi D’Agostino, oltre a M.I.A., Animal Collective e Grimes. Conosciamolo più da vicino.

Leggi anche –> Lucio Battisti | vita privata, moglie, carriera, morte del grande cantante

Leggi anche –> Franco Battiato: esce il nuovo album, ma quali sono le sue condizioni?

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Cosmo

Cosmo, pseudonimo di Marco Jacopo Bianch, è nato a Ivrea, 19 febbraio 1982. Nel 2002 ha formato il gruppo Drink to Me insieme a Carlo Casalegno, Pierre Chindemi e Francesco Serasso. Con loro ha pubblicato tre EP tra il 2004 e il 2007 e quattro album (Don’t Panic, Go Organic!, Brazil, S e Bright White Light) tra il 2008 e il 2014.

Tra ottobre e dicembre 2012 con lo pseudonimo Cosmo ha reso disponibili gratuitamente sul web tre sue cover di altrettante canzoni italiane (Gesualdo da Venosa di Franco Battiato, Abbracciala, abbracciali, abbracciati e Io ti venderei di Lucio Battisti). Il 4 giugno 2013 Cosmo ha pubblicato il suo disco solista Disordine, contenente 10 brani cantati in italiano, e nei mesi successivi si è esibito, tra l’altro, al MI AMI Festival, al Traffic – Torino Free Festival (open act per gli LFO), all’A Night Like This festival e a Bruxelles con i Perturbazione e i Tre Allegri Ragazzi Morti. Nell’ottobre 2013 si è aggiudicato il Premio aKME’ per l’innovazione in campo musicale creato da Vox Day, e a novembre 2013 il PIMI 2013 (organizzato dal Meeting delle etichette indipendenti) per il “Miglior disco d’esordio”.

Nell’aprile 2016 Cosmo ha pubblicato il suo secondo disco da solista, L’ultima festa, anticipato dal singolo Le voci. Il 26 maggio 2017 ha sfornato il singolo Sei la mia città, definito da RTL 102.5 “una dichiarazione d’amore ideale”. Il 24 novembre 2017 è stato annunciato ufficialmente il terzo album, Cosmotronic, pubblicato il 12 gennaio 2018 per 42Records/Believe e anticipato dal singolo Turbo. Il 19 aprile 2019 scorso, infine, Cosmo ha lanciato Cosmotronic Remixed, per 42Records, che contiene 11 brani tratti da Cosmotronic remixati da DJ come Underspreche, Enea Pascal, Splendore e altri. Nel 2019 ha collaborato inoltre con Marracash nel brano Greta Thunberg, inserito nell’album del rapper Persona.

Leggi anche –> Greta Thunberg: chi è l’adolescente candidata al Nobel per la Pace

Nei suoi spettacoli dal Cosmo vivo si presenta come unico musicista, accompagnato da due batteristi e dei visual. In un’intervista del luglio 2016 nel corso del programma Tropical Pizza su Radio Deejay l’artista ha spiegato che ama creare effetti con le luci in modo che lui stesso e gli altri che lo accompagnano sul palco restino in ombra, per dare spazio e importanza alla musica. Un trucco che, a quanto pare, gli riesce molto bene…

 

EDS