Papà morto | torna a casa dopo il lavoro e si sente male

0
1

Una papà morto dopo essere tornato a casa da lavoro. Giuseppe aveva 36 anni ed un figlio nato da soli 6 mesi. A Natale l’inizio della tragedia durata due giorni.

Papà morto giuseppe Raiola
Si chiamava Giuseppe Raiola il papà morto dopo un malore improvviso FOTO viagginews

Un papà morto proprio nelle feste di Natale, ed una famiglia ed un intero paese in lutto. Quanto accaduto al povero Giuseppe Raiola non ha parole per poter essere descritto. Lui aveva 36 anni, era padre di un bambino di soli 6 mesi e la notte di Natale è stato colpito da un improvviso malore a Pioltello.

LEGGI ANCHE –> Abusi e violenze carnali | la giovanissima lo uccide | rischia un ergastolo

Raffaele lavorava nella vicina Melzo (entrambi sono dei comuni in provincia di Milano) ed appena tornato a casa, mercoledì 25 dicembre, ha accusato un malessere che via via lo ha portato a versare sempre più in condizioni gravi ed irreversibili. Era operatore socio-sanitario presso il blocco operatorio di Melzo e proveniva dalla provincia di Napoli. Questo papà morto era molto benvoluto da tutti. Il decesso ha avuto luogo dopo due giorni di ricovero all’ospedale ‘San Raffaele’, dove Giuseppe era tenuto attaccato ai macchinari. Purtroppo però il 27 dicembre il suo cuore ha cessato di battere. Raiola, nato a Napoli, si era trasferito in Lombardia nei primi anni 2000.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Papà morto, il decesso dopo due giorni di ospedale

Un’altra tragedia è avvenuta sempre qualche giorno fa in Veneto. Non si sa cosa abbia ucciso Eleonora Tosi, una mamma morta dissanguata a seguito di una brutta ferita. Si ignorano le cause che hanno portato questa 46enne originaria di Adria, in provincia di Rovigo, ad andare incontro ad una fine così cruda. Si sa solo che la gravissima lesione sarebbe avvenuta in casa, stando a quanto hanno potuto ricostruire i carabinieri fino a qui. La vicenda risale a due giorni fa, con la mamma morta condotta d’urgenza in ospedale tra venerdì 27 e sabato 28 dicembre. All’una di notte Eleonora ha ricevuto un ricovero in codice rosso, ma inutilmente. Va detto che il passato – anche recentissimo – di questa donna non è affatto tranquillo. La donna era finita in manette appena un mese fa per spaccio di sostanze stupefacenti, ed era ella stessa tossicodipendente da parecchi anni.

LEGGI ANCHE –> Famiglia segregata | da 10 anni picchiava e teneva prigioniere compagna e figlia