Sussurra “aiuto” mentre fa la coda: salvata dallo staff del McDonald’s

La Polizia ha arrestato Eduardo Valenzuela in un McDonald’s a Flag City, California, alla vigilia di Natale dopo che una donna che era con lui ha chiesto aiuto. 

“McHeroes”: così sono stati soprannominati i dipendenti del McDonald’s di Flag City, in California, che alla vigilia di questo Natale, intorno alle 14:00 circa (ora locale) hanno salvato una donna che aveva appena sussurrato la parola “aiuto” mentre era in coda.

La poveretta, le cui generalità non sono state rese note, ha chiesto a un membro del personale dietro al bancone di nasconderla e chiamare la polizia, prima di dargli il numero di targa dell’auto in cui viaggiava, fa sapere l’ufficio dello sceriffo della contea di San Joaquin.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’eroico gesto dello staff del McDonald’s

Dopo aver usato il bagno del McDonald’s in questione, la donna è tornata al bancone per fare un ordine, ma Eduardo Valenzuela le si è avvicinato e le ha chiesto di usare il “drive-thru”. Ed è proprio mentre aspettava il suo turno nella “corsia” veloce ha sussurrato a un dipendente: “aiutami!”.

Nel giro di pochi minuti lo staff del McDonald’s ha messo in piedi una vera e propria operazione di soccorso, sfociata nell’arresto di Valenzuela. Quest’ultimo, si è poi appreso, aveva minacciato la donna e nel bagagliaio del veicolo era nascosta un’arma da fuoco (peraltro detenuta illegalmente). Era pronto a usarla contro di lei non appena gli avesse disobbedito.

Su Facebook, intanto, si è levato un corso di elogi nei confronti della Polizia e dello staff del ristorante. “Grazie a tutti coloro che hanno salvato la vita a questa povera donna”, scrive un’utente del social network. Un altro aggiunge: “Ottimo lavoro! Forse avete appena salvato la vita a questa donna! Spero che in questo momento sia in un posto sicuro e riceva l’aiuto di cui ha bisogno”. E un altro ha parlato addirittura di “McHeroes”!

EDS

 

Gestione cookie