Diego Bianchi, chi è: età, vita privata, carriera di “Zoro”

Diego Bianchi, detto anche Zoro, è un noto conduttore televisivo, attore e regista. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Tutti lo chiamano Zoro, ma per l’anagrafe è Diego Bianchi. Il conduttore televisivo salito alla ribalta televisiva con “Propaganda Live” su La7 ha una lunga carriera alle spalle iniziata come blogger proprio con quello pseudonimo. Conosciamolo più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Diego Bianchi

Diego Bianchi è nato a Roma il 28 ottobre 1969. Dopo aver conseguito la maturità classica presso il liceo “Augusto” nella Capitale, si è laureato in Scienze politiche alla Sapienza, con relatore Domenico Fisichella, con una tesi sul Movimento per la Democrazia – La Rete di Leoluca Orlando e sulla Lega Nord di Umberto Bossi. Nel 2000 ha cominciato a lavorare come content manager del portale web Excite Italia. Nel 2003, con lo pseudonimo di “Zoro”, si è cimentato come blogger fondando La Z di Zoro. Nel 2007 ha dato avvio alla produzione della rubrica video Tolleranza Zoro, inizialmente pubblicata nel suo sito e nel suo canale YouTube, incentrate sull’analisi, in chiave anche ironica, delle diverse correnti del Partito Democratico.

Da fine 2007 al maggio 2010 Diego Bianchi ha curato una sua rubrica sul quotidiano “Il Riformista”, La posta di Zoro. Sempre nel 2007 l’emittente tv La7 gli ha chiesto di realizzare per il suo sito web un blog, attivo dal 5 dicembre dello stesso anno col nome di La 7 di 7oro. Dall’ottobre 2010 ha tenuto anche una rubrica sul “Il Venerdì di Repubblica” intitolata Il sogno di Zoro. L’esordio televisivo risale al 30 aprile 2008, quando una puntata di Tolleranza Zoro è stata trasmessa all’interno del programma di approfondimento di Enrico Mentana Matrix su Canale 5.

Nel 2008 Zoro è entrato anche nel cast del programma di Serena Dandini “Parla con me” su Rai 3, che ha trasmesso i video della rubrica Tolleranza Zoro (primo caso in Italia di un prodotto nato sul web e riprodotto in televisione mantenendo inalterato il format iniziale). Il 30 dicembre 2011 La7 ha trasmesso Zoro 2011 – Finale di partita, appuntamento speciale di Tolleranza Zoro, documentario riassuntivo dell’anno politico prossimo alla conclusione.

Nel gennaio 2012 Diego Bianchi ha seguito la Dandini a La7 ed è entrato nel cast del programma “The Show Must Go Off”, nell’ambito del quale sono trasmesse le puntate di Tolleranza Zoro. Nel 2013 è tornato alla Rai con un programma per la prima volta da lui condotto, “Gazebo” (trasmesso dapprima settimanalmente in seconda serata, poi giornalmente nel preserale, fino al 2017). Nel frattempo, dopo il debutto al cinema nel 2012 ne “Il sole dentro” di Paolo Bianchini, Bianchi realizza nel 2014 “Arance & martello”, pellicola da lui diretta e interpretata, presentata fuori concorso alla 71° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Dal 2017 è di nuovo su La7 con “Propaganda Live”.

Per il resto, Diego Bianchi ha un profilo Instagram dove posta numerosi selfie, ma dove non c’è traccia di informazioni sulla sua vita privata. Non è dato sapere neppure dove abiti. Né si sa con certezza se sia sposato o meno, anche se sul suo blog ha parlato di un suocero. La donna alla quale è legato si chiama Michela Tassistro e gli ha dato una figlia, Anita, nata nel 2003. Di lei, però, non c’è traccia sui social di Zoro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Mezza piotta e si resiste. Grazie a tutti sempre. #50 ph @anitabianchi_

Un post condiviso da Diego Bianchi (@zdizoro) in data:

EDS