L’altra faccia del Natale: 6 milioni di italiani senza regali sotto l’albero

In Italia crescono le disuguaglianze economiche: ben sei milioni di persone non troveranno regali sotto l’albero. Ma è anche gara alla solidarietà. 

Sei milioni gli italiani senza regali sotto l’albero a causa delle difficoltà economiche. In questo dato si cela l’altra faccia del Natale 2019. Nel Belpaese aumenta il divario tra le fasce di popolazione più benestanti e quelle a rischio povertà. A rivelarlo è l’analisi Coldiretti-Ixè, da cui emerge la situazione di grave difficoltà in cui si trovano numerose famiglie.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Niente regali per chi fatica ad arrivare alla fine del mese

A balzare all’occhio sono le statistiche dell’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea), secondo cui 2,7 milioni di persone nel 2019 sono dovute ricorrere a un aiuto per procurarsi da mangiare. Tra le categorie più deboli degli indigenti si contano in particolare 453mila bambini di età inferiore ai 15 anni, quasi 197mila anziani sopra i 65 anni e circa 103mila senza fissa dimora.

Ma c’è anche un risvolto che fa ben sperare. “Contro la povertà – spiega la Coldiretti – scatta la solidarietà con oltre 1 italiano su 2 (48%) che ha scelto di partecipare ad iniziative per aiutare i più bisognosi durante il Natale secondo l’indagine Coldiretti/Ixè”. La Coldiretti insieme a Campagna Amica ha promosso nei mercati degli agricoltori a chilometro zero l’iniziativa “La Spesa sospesa” che, ispirandosi alla tradizione del “caffè sospeso” campano dove al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo e ad altre formule simili, offre la possibilità ai consumatori di fare una donazione libera grazie alla quale acquistare prodotti a favore dei più bisognosi. Probabilmente il più bel regalo che si possa fare e ricevere.

EDS