Nonna stalker | arrestata per atti malvagi contro due vicine

Una anziana tormentava due vicine di casa con azioni fastidiose ed in grado di ledere l’incolumità di quest’ultime. Scatta l’arresto per la nonna stalker.

nonna stalker
Arrestata nonna stalker definita malvagia e senza scrupoli FOTO viagginews

Una nonna stalker finisce in manette a Ginestreto, in provincia di Pesaro. Con motivazioni fornite dal pubblico ministero a giustificarne l’arresto che lasciano sgomenti. “È malvagia e non è affatto pentita di quanto commesso“. Lei ha 77 anni e ha ricevuto una condanna ai domiciliari, tra l’altro non a casa sua ma a 10 km di distanza. Questo perché da marzo 2017 ad ottobre 2019 ha perseguitato due sue vicine di casa, madre e figlia. Ci sono numerosi testimoni che hanno confermato la cattiva condotta della nonna stalker, tra l’altro invalida. Questa ha minacciato di morte le sue due vittime, oltre a compiere una serie di fastidiosi ed anche pericolosi dispetti. Come ad esempio cospargere di olio le scale ed il pianerottolo od il lanciare la spazzatura dal balcone. La ‘strega’ gettava anche dei mozziconi di sigaretta che hanno finito con l’incendiare un capanno.

LEGGI ANCHE –> Stalking | donna perseguita il suo giovane ex | acido in pieno volto

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Nonna stalker “agiva con malvagità e non si pente di nulla”

Il legale che ha difeso la dispettosa ed intrattabile nonnina aveva chiesto invano al giudice la evoca del dibattimento. Una richiesta però respinta in quanto l’imputata faceva la gnorri davanti alle accuse con tanto di prove che le erano state mosse contro. Ed anche il fatto di non mostrare pentimento alcuno, e dunque di non aver compreso i propri sbagli, ha portato il tribunale a rigettare qualunque tipo di ricorso in favore dell’anziana. Le due donne che hanno subito tormenti continui si augurano che questo incubo possa essere giunto al termine.

LEGGI ANCHE –> Donna senza vestiti in chiesa | “Se mi toccate vi denuncio”

Chiesto un grosso risarcimento dalle vittime

Costituitesi parte civile, hanno chiesto anche un risarcimento di 40mila euro. A gennaio ci sarà la prossima udienza. Ma quanto affermato dalla Procura (“L’anziana ha agito con pervicacia e una certa dose di malvagità nei confronti delle vicine. Le quali vivono nell’angoscia di essere aggredite, picchiate, ferite se non uccise”) lascia intuire che difficilmente la vecchietta se la caverà con poco.

LEGGI ANCHE –> Francesco Castiglione, arrestata la stalker che perseguitava l’attore