Home News Paolo Ruffini, rottura con Diana Del Bufalo: “E’ un essere umano stupendo”

Paolo Ruffini, rottura con Diana Del Bufalo: “E’ un essere umano stupendo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:39
CONDIVIDI
Paolo Ruffini chi è
(Facebook)

Sono parole di un innamorato quelle che Paolo Ruffini utilizza per parlare dell’ex fidanzata Diana Del Bufalo, con la quale si è separato di recente.

Pochi giorni fa l’attrice Diana Del Bufalo ha comunicato ai suoi follower su Instagram che la relazione con Paolo Ruffini era definitivamente terminata. Dalle sue parole si capisce come si tratti di una decisione presa con consapevolezza e di come ci sia stato tempo per interiorizzarla: “Non stiamo più insieme già da un mese e mezzo”. L’attrice non specifica i motivi della rottura, ma fa capire che sta soffrendo molto: “Il mio animo Disney non mi ha mai abbandonato e la voglia di vivere un amore sereno continua a permeare in me. Le persone non cambiano e non si cambiano. La grande delusione e l’immensa sofferenza che mi faceva piangere sul pavimento di camera mia, mi ha resa donna… per questo, lo ringrazio”.

La risposta di Ruffini è stata affidata al salotto di ‘Verissimo, dove il conduttore ha parlato per la prima volta di come si sente dopo la rottura. Il suo sfogo comincia con una considerazione: “Qualsiasi cosa che finisce in maniera dolorosa mi fa star male”. Quindi aggiunge: “L’amore per me è come la vita, si commettono degli errori. L’ho amata tanto e a volte il mio amore può essere stato sbagliato. Diana rimarrà sempre una principessa Disney meravigliosa”.

Leggi anche -> Diana Del Bufalo, la confessione sui social: “La psicoterapia è magica”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Paolo Ruffini: “Credo che il suo sia un dolore che mette un punto”

Ascoltando le parole di Ruffini, da inguaribile romantica Silvia Toffanin gli chiede se ci sono possibilità per ricucire lo strappo, ma lui crede che questa non sia un’opzione possibile: “Credo che il suo sia un dolore che mette il punto. Diana ha una sensibilità imprevedibile, grande quanto la sua bellezza e la sua simpatia. Ora questa sua sensibilità è messa a dura prova. Le auguro il Natale più bello del mondo e che possa trovarmi in qualche angolo”. Il suo intento dunque è quello di lasciarla a riflettere con la speranza che il tempo lenisca il dolore che prova: “Diana è un essere umano stupendo e vederla soffrire mi fa male. Tenevo più alla sua felicità che alla mia e alla sua vita più che alla mia”.