Allerta bastoncini di pesce: ecco i lotti ritirati dal mercato

La presenza di frammenti di metallo all’interno di bastoncini di pesce surgelati ha fatto scattare la massima allerta alimentare.

L’avviso di richiamo è stato diramato il 18 dicembre dalla catena di supermercati Metro. I bastoncini di pesce in questione sono stati venduti col marchio Ocean Blue e prodotti in Polonia e, a quanto pare, sarebbero contaminati da frammenti metallici. In realtà già nei giorni scorsi se ne era parlato, anche perché il Sistema rapido di allerta europeo per alimenti era intervenuto molto tempestivamente. Vediamo insieme quali bastoncini sono nello specifico.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La “caccia” ai bastoncini pericolosi

I bastoncini oggetto del provvedimento di ritiro sono confezionati in scatole da 30 pezzi che arrivano a pesare 900 grammi ciascuna. Il numero di lotto è L9032F90 e la data di scadenza è il 31 agosto 2020. Nell’avviso si legge precisamente che alcuni frammenti di metallo potrebbero essere finiti all’interno dei bastoncini di pesce congelati e provenienti da stabilimenti polacchi. Per il momento, i commercianti hanno avuto disposizione di tenere il prodotto in magazzino e catalogarlo come non vendibile.

Stando alle prime informazioni, la contaminazione potrebbe essere dovuta alla migrazione di ferro dalle teglie da forno. L’allerta riguardante i lotti di bastoncini di pesce è stata diffusa insieme ad altri 81 avvisi, e fa innalzare ulteriormente il livello di preoccupazione dei consumatori, ormai non più sicuri della qualità dei prodotti che si trovano sugli scaffali dei supermercati. A finire al centro delle segnalazioni sarebbero soprattutto prodotti di importazione non conservati in maniera corretta o realizzati con materie prime di scarsa qualità.

EDS