Genitori vegani accusati di omicidio: il figlio è morto per malnutrizione

Una coppia di genitori è accusata di omicidio dopo che il figlio di un anno è morto a causa di negligenza e di un grave stato di malnutrizione.

Ryan e Sheila O’Leary, giovane coppia di genitori della Florida, è stata accusata di omicidio involontario e negligenza dopo la morte del loro terzo figlio di appena un anno. La loro colpa, secondo gli investigatori, sarebbe stata quella di obbligare i figli a seguire una dieta strettamente vegana che ha portato i bambini ad essere malnutriti e sottopeso. Inoltre i genitori non erano soliti portare i figli dai dottori per i controlli necessari. Le accuse a loro carico sono arrivate solamente dopo la morte del bambino.

Quel giorno la madre ha scoperto che il figlio di 18 mesi era morto solo dopo essersi svegliata. La notte prima si era alzata per allattarlo, ma il piccolo aveva un’affaticamento respiratorio e la donna aveva smesso di nutrirlo. L’episodio non l’aveva preoccupata più di tanto, visto che dopo quanto accaduto si era addormentata. Solo il giorno dopo si è accorta che il figlio non solo non respirava, ma era anche freddo. La richiesta successiva di soccorsi è stata tardiva e purtroppo inutile.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Leggi anche -> La poliziotta allatta il bimbo malnutrito di una donna appena arrestata – FOTO 

Genitori accusati di omicidio, il figlio non mangiava da una settimana

In fase d’indagine si è scoperto che la piccola vittima non mangiava da una settimana, ma i genitori non si erano preoccupati di portarlo da un dottore pensando che si trattasse di un rifiuto legato alla dentizione. Il piccolo era in uno stato di salute precario e secondo il coroner era malato da circa 6 mesi. Il suo colorito appariva giallognolo, ed era pericolosamente sottopeso: pesava solo 7 chili, peso standard per un bambino di quell’età varia dai 9 ai 13 chili. Dall’autopsia si è scoperto che il piccolo aveva problemi al fegato, mani, gambe e piedi gonfi.

La coppia ha anche altre due figlie, le quali sono state affidate ai servizi sociali. Anche le bambine mostravano segni di malnutrizione. Il loro fisico è minuto ed al di sotto della media per altezza e peso.  Sheyla ha anche una quarta figlia di 15 anni, la quale però appare in ottimo stato di salute. La ragazza è frutto di una precedente relazione e pare che con il padre segua una dieta differente.