Veronica Lee, chi è: storia della giurata che condannò Chico Forti

Veronica Lee ha raccontato una comoda verità sulla vicenda giudiziaria di Chico Forti, l’imprenditore italiano condannato all’ergastolo a Miami. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lei. 

Un personaggio chiave nell’inchiesta sulla vicenda giudiziaria di Chico Forti, l’imprenditore italiano condannato all’ergastolo a Miami, c’è Veronica Lee. L’ex giurata che si pronunciò a favore del carcere a vita per il nostro connazionale, all’epoca giovanissima, ha scritto di recente al giornalista delle Iene Gaston Zama un messaggio nel quale mette in dubbio la regolarità della condanna.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Veronica Lee

“L’intero processo è stato una c*****a, e molte informazioni in quell’aula di tribunale sono state nascoste”, ha spiegato Veronica Lee, aggiungendo poi un particolare a dir poco inquietante: “Ricordo di essere stata bullizzata dagli altri giurati perché credevo che ci fosse un ragionevole dubbio sull’innocenza di Chico”.

In un’intervista allo speciale della TV americana CBS “48 Hours: The Case Against Enrico Forti” la stessa Veronica Lee ha raccontato tra le lacrime quanto accaduto durante alcune fasi del processo di Chico Forti, ribadendo le sue perplessità e i suoi rimorsi. Forti, intanto, continua a professarsi innocente e vittima di un errore giudiziario.

Una cosa è certa: sono tante, troppe, le circostanze che non tornano nella ricostruzione degli inquirenti. Oltre all’assenza di un movente credibile, va anche segnalata la sfilza di irregolarità nelle indagini che hanno irrimediabilmente condizionato l’esito dell’inchiesta.

EDS