Panificio chiuso dai Carabinieri: trovati topi e piccioni tra le farine

Condizioni igieniche disastrose, con topi e piccioni che banchettavano tra le farine lasciate aperte, hanno costretto al sequestro del panificio.

Una perquisizione all’interno del laboratorio di un panificio in via Guerzoni, a Milano, si è tramutato in un giro all’interno di una giostra degli orrori per i Carabinieri del Nucleo antisofisticazione e sanità (con i cani) e per i tecnici dell’Agenzia di tutela della Salute. Con loro grande sorpresa al loro ingresso sono stati accolti da numerosi piccioni che vagavano liberamente per il magazzino. Gli animali, liberi di volare nell’ampio spazio in cui venivano lavorate le farine, si poggiavano su macchinari dove c’erano rimasugli d’impasto, sulle farine e sui tavoli in cui il pane veniva poggiato dopo essere stato cotto.

Se questo non bastasse, a terra sono state trovate numerose tracce di topi, i quali si nutrivano degli ingredienti lasciati aperti e depositavano escrementi nelle farine. In alcuni sacchi di farina erano presenti anche tracce di parassiti. Queste macro violazioni alle condizioni d’igiene, hanno fatto passare in secondo piano le altre: i macchinari non venivano puliti dopo l’utilizzo, gli ingredienti non erano etichettati, chiusi ermeticamente e conservati in appositi spazi. Inoltre dalle finestre colava acqua e lerciume, sulle pareti c’era muffa e sporcizia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Panificio sequestrato, denunciato il proprietario

Il panificio, di proprietà di un egiziano, è stato ovviamente sequestrato e l’attività è stata sospesa. I carabinieri hanno anche denunciato il titolare per le gravissime violazioni alle norme sull’igiene. L’attività in quel magazzino degli orrori era florida, il panificio forniva tutti i ristoranti di kebab della zona, i cui proprietari erano ignari delle condizioni igieniche in cui veniva cotto il pane. Prima della consegna, infatti, le piadine e le forme di pane venivano impacchettate e sigillate.

Leggi anche -> Insetti morti e scarti alimentari in cucina, chiuso ristorante cinese

Aggressione Firenze