Omicidio Sacchi: video mostra dov’era Princi quando Luca è stato ucciso

Omicidio Sacchi: un video trasmesso a ‘La vita in diretta’ mostra dove si trovava Giovanni Princi quando Valerio Del Grosso ha sparato a Luca.

Continuano le indagini sull’omicidio di Luca Sacchi. Gli inquirenti sono riusciti a ricostruire cosa è successo prima dell’omicidio, sebbene gli manchino alcuni dettagli come l’esatto ammontare del denaro nello zaino di Anastasiya, o il livello di coinvolgimento della stessa e di Luca. Quello che è emerso dalle testimonianze di Piromalli e Rispoli è che Luca sarebbe stato presente al primo incontro con i pusher e che era informato di quanto stava succedendo, ma non era direttamente coinvolto.

Lo scambio sarebbe stato dunque concordato da Giovanni Princi e Valerio Del Grosso, mentre il fornitore della droga sarebbe Marcello De Propris. Dalla loro testimonianza è emerso anche che l’amico di Luca era rimasto sorpreso dal fatto che Del Grosso non avesse portato nulla all’incontro. Circostanza che ha fatto pensare che Princi avesse capito che qualcosa non andava e per questo si fosse allontanato. Ieri pomeriggio, però, sono state condivise a ‘La vita in diretta‘ alcune immagini di una telecamera di sicurezza, che mettono in dubbio questa ipotesi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omicidio Sacchi: ecco dov’era Princi quando Luca è stato ucciso

Dalle riprese si vede come poco prima dell’aggressione Princi si trovasse nei pressi del pub e vi si stesse recando con Piromalli e Rispoli. Dopo essere andati probabilmente al locale per prendere qualcosa da bere, i tre sono usciti nuovamente fuori dal locale e si sono fermati nei pressi di un’auto. Princi ha in mano una birra ed i tre scambiano quattro chiacchiere. Dal loro comportamento si evince che erano in attesa degli sviluppi dell’accordo, li si vede infatti controllare il telefono.

Ad un tratto si sono agitati, hanno sentito partire un colpo di pistola. Giovanni Princi a quel punto si mette a correre verso il punto da cui proveniva il rumore, mentre Rispoli e Piromalli, palesemente spaventati, corrono a nascondersi dentro il locale. A vedere in parte cos’era accaduto è stato Domenico Munoz, il quale però si è nascosto quando ha visto la pistola.

Omicidio Sacchi