Cancro al cervello | una 25enne ci fa capire quanto sia terribile

Una ragazza è affetta da cancro al cervello ed anche da un tumore alle ossa. Su Facebook le capita di leggere ogni genere di assurdità e non ne può più.

cancro al cervello
Ha un letale cancro al cervello ma la gente pensa sia come un raffreddore FOTO viagginews

Una donna malata di cancro al cervello e di tumore osseo è stata scaricata senza troppi complimenti dagli amici, a causa dei continui rifiuti a voler uscire per divertirsi. È una vicenda davvero assurda quella che riguarda Jodie Mason. Questa ragazza ha 26 anni e vive a Birmingham, in Inghilterra. Sono tanti i sintomi evidenti che da tempo costringono questa giovane a lottare giorno dopo giorno. Jodie soffre di continui e forti mal di testa, incontinenza, problemi di mobilità, episodi violenti di malattia, problemi di memoria e molti altri sintomi che cambiano la vita di una persona in peggio. Come se non bastasse, ha anche dolori lancinanti alle spalle ed alla schiena. Lei stessa ha detto che i commenti insensibili rappresentano solo una piccola parte della dura realtà cui il cancro la costringe. “Nessuno capisce davvero. Mi dicono ‘che sarà mai, porta il tuo bastone da passeggio’, ma non si rendono conto. Avere il cancro alle ossa ed anche al cervello è un’agonia assoluta e non capiscono. Sono sotto ossigeno quando sono a casa, con un tubo infilato nel naso. A volte riesco a malapena a respirare”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cancro al cervello: “La gente pensa sia come avere il raffreddore”

Eppure esteriormente Jodie non sembra così malata. “Riesco a curarmi molto, questo trae evidentemente in inganno chi mi vede. Al punto da definirmi egoista da non pensare a loro”. Nei pochi giorni in cui si sente bene, questa 26enne ha detto che esce e cerca di vivere la vita al massimo. Ma sostiene ma che è difficile trovare un equilibrio. “La situazione cambia ogni giorno, posso svegliarmi con la voglia di correre una maratona, ma altri giorni quando apro gli occhi mi chiedo se quello sarà l’ultimo giorno della mia vita”. Ha detto che non parlava più con le persone che le avevano inviato messaggi poco gentili. “Ora mi impongo di non fare più eccezioni. Mi è capitato di stare seduta sentendomi davvero in colpa. Ed è stato terribile”.

“Nessuno può capirlo se non lo prova sulla propria pelle”

In un post di Facebook, la ragazza ha detto che gli sconosciuti le avevano veramente chiesto se stava “per morire” e le aveva detto che c’erano “persone messe molto peggio di lei”. E ha spiegato come anche i commenti ben intenzionati, come ‘Sei così coraggiosa’ e “Puoi battere la malattia’ potrebbero essere considerati offensivi. Nelle risposte date su Facebook a chi commentava la sua situazione lei scrive: “Non ci sono buoni tumori. Ce ne sono sicuramente alcuni che rispondono meglio al trattamento rispetto ad altri, e mi è permesso osservarlo come paziente. Ma tu non lo sei. Per favore, non dirmi quanto sono fortunato ad avere questo tumore piuttosto che un altro. Potrei non essere dell’umore giusto per sentirlo. I tumori cerebrali sono terribili”, dice lei, che è affetta a soli 25 anni da un cancro al cervello. “Quando mi dicono che sono coraggiosa, io non mi sento affatto tale. Il coraggio è qualcosa che accade quando qualcuno sceglie di affrontare qualcosa di spaventoso. Ma chi è malato non ha scelta”. Il commento che più le fa perdere la pazienza è: ‘Ricorda, c’è sempre qualcuno peggio di te’. Come anche ‘So come ti senti’…’Almeno hai un sacco di tempo libero’. “Non è affatto come essere in vacanza. È peggio di un lavoro a tempo pieno stressante e che non vorresti mai fare. È il male assoluto”.