Home News Roberto Benigni, chi è: età, vita privata e carriera dell’attore e regista...

Roberto Benigni, chi è: età, vita privata e carriera dell’attore e regista toscano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:38
CONDIVIDI

A pochi giorni dall’uscita in sala di Pinocchio di Matteo Garrone, raccontiamo la vita di Geppetto, Roberto Benigni. Scopriamo la sua storia.

Roberto Benigni nasce a Castiglion Fiorentino, in Toscana, nel 1952. Il giovane Roberto inizia sin dalla prima adolescenza a mostrare segni di un’intelligenza artistica a dir poco rara. Interessatosi al teatro e al cinema, comincia a muoversi nel settore come un promettente comico. Roberto riesce a raggiungere l’apice della sua carriera nel 1997 quando il suo film, La vita è bella, viene nominato agli Academy Awards e riesce ad aggiudicarsi il titolo di Miglior film straniero. Grandi soddisfazioni nacquero anche dal suo sodalizio con l’immenso Massimo Troisi, nella quale Roberto riesce a trovare un fedele amico sia nella vita che sul set. Il loro film Non ci resta che piangere, diverrà nel giro di pochi anni un cult assoluto del cinema italiano. Nel 2019 prende parte al film di Matteo Garrone Pinocchio, dove interpreta il mite falegname Geppetto.

Roberto Benigni, vita privata e carriera

Allontanatosi dal cinema verso gli anni Duemila, Roberto comincia a dedicarsi al teatro e alla divulgazione sociale. Noti sono i due spettacoli dove Benigni legge al pubblico a casa la Divina Commedia dantesca e la costituzione italiana. Noto all’estero, Roberto prende parte anche ad una pellicola del regista statunitense Woody Allen, To Rome With Love. Per quanto concerne la vita privata, Roberto condivide il talamo con la sua moglie storica Nicoletta Braschi, attrice protagonista del film La vita è bella. I due hanno passato una vita di grande amore e passione e Roberto, aggiudicatosi il David di Donatello, ha deciso di dedicarlo alla sua compagna per la vita.

Ho fatto tutto con lei, per lei e grazie a lei. Quindi questo premio non è mio, è suo, le appartiene. E vorrei tanto che fosse lei in cuor suo a dedicarlo a me. Grazie bella!”

In seguito ad uno spettacolo dedicato ai Dieci Comandamenti, Benigni è stato convocato dallo stesso Papa Bergoglio in Vaticano.