Home News Muore soffocato | Dopo la maratona festeggiava con gli amici VIDEO

Muore soffocato | Dopo la maratona festeggiava con gli amici VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:41
CONDIVIDI

Corre alla maratona poi va al ristorante con gli amici ma durante il pranzo muore soffocato. È quanto di terribile successo ad un giovane poliziotto.

muore soffocato
Dopo la maratona va al ristorante e muore soffocato da un boccone FOTO viagginews

Un uomo muore soffocato da un bottone mentre è a tavola con gli amici. È la tragedia che ha sconvolto i partecipanti ed i conoscenti della Maratona di Pisa che si è svolta oggi. L’edizione online del quotidiano ‘Il Tirreno’ riferisce che la vittima era un uomo di 35 anni proveniente da Malta. Si chiamava Ryan Paul Tonna e dopo la corsa aveva deciso di concedersi un bel pranzo in un ristorante della città toscana. Purtroppo però quello è stato l’ultimo pasto della sua vita. Verso le 13:40 è avvenuta la tragedia, in piazza dell’Arcivescovado. A nulla sono serviti i soccorsi scattati per cercare di aiutare lo sportivo. Secondo quanto emerso dai primi rilievi, un boccone è andato di traverso a Ryan Tonna, e questo ha fatto si che morisse soffocato. Su quanto successo sta indagando la polizia di Pisa.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Muore soffocato, altro dramma analogo aveva ucciso un bambino

La vittima si trovava in compagnia di amici ed aveva anche vinto una medaglia per avere corso 42 km. Anche altre persone che erano con lui hanno cercato invano di salvare l’uomo. Purtroppo però ogni tentativo di aiutarlo si è rivelato inutile. Un’altra tragedia simile aveva avuto luogo qualche mese fa negli Stati Uniti. Un bambino era rimasto soffocato mentre mangiava un sandwich col tacchino durante il pranzo in un asilo privato a Mesa, in Arizona negli Stati Uniti, lo scorso 23 ottobre. Il piccolo, Symhir Penn, 19 mesi, purtroppo non ce l’ha fatta. La mamma, Star Jones, lo aveva affidato alle maestre, ma poche ore dopo è stata chiamata dalla scuola e informata che suo figlio non stava bene. Poi la tragica notizia.