Home News Nuova Zelanda, eruzione a White Island: strage di turisti – VIDEO

Nuova Zelanda, eruzione a White Island: strage di turisti – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:24
CONDIVIDI

Nuova Zelanda, eruzione a White Island, il bilancio è ancora provvisorio: strage di turisti, il video con le immagini dell’accaduto.

(screenshot video)

La polizia in Nuova Zelanda ha affermato di non aspettarsi di trovare altri sopravvissuti a un’eruzione vulcanica su White Island. L’eruzione improvvisa ha fatto almeno 5 morti e 20 feriti. “Nessun segno di vita è stato individuato”, ha detto la polizia dopo che elicotteri di salvataggio e altri aerei avevano effettuato una serie di voli aerei di ricognizione sull’isola. Gli agenti stanno “urgentemente” lavorando per confermare il numero esatto di coloro che sono morti, ha affermato una nota della polizia. Si temono altre vittime, poiché potrebbero esserci addiritura una ventina di dispersi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Eruzione in Nuova Zelanda: cosa è accaduto e quanti sono i dispersi

Condizioni instabili, gas tossici e caduta di cenere hanno impedito alle squadre di soccorso di fare una ricognizione direttamente sull’isola – che si trova a 30 miglia dalla costa orientale dell’Isola del Nord della Nuova Zelanda, nella baia di Plenty – a piedi. Secondo la polizia, ci potrebbero essere una 50ina di persone al momento dell’eruzione sull’isola. Tra queste, 20 erano turisti australiani. Ventitre persone sono state salvate. Tutti i soccorsi hanno riportato ferite gravi, soprattutto ustioni, ha detto la polizia, e sette persone in condizioni critiche sono state trasportate negli ospedali di Tauranga e Auckland.

Incredibili sono anche le immagini che testimoniano l’eruzione del vulcano, tanto spettacolare quanto drammatica. Il primo ministro, Jacinda Ardern, che lunedì sera ha visitato la vicina città costiera di Whakatāne, ha affermato che la situazione è “significativa e in evoluzione”. John Tims, il vice commissario di polizia delle operazioni distrettuali, ha affermato che almeno due dozzine di persone sono rimaste sull’isola, ma non è certo il numero esatto. La Ardern ha affermato di essere in stretto contatto con il Ministero degli Affari Esteri e la polizia ha confermato che i dispersi sull’isola erano neozelandesi e cittadini stranieri.