Corinaldo: richiesto giudizio immediato per la banda “dello spray al peperoncino”

Strage a Corinaldo: è stato richiesto il giudizio immediato per i membri della “banda” che a dicembre 2018 ha causato la morte di cinque adolescenti e una mamma.

La Procura della Repubblica di Ancona ha richiesto il giudizio immediato per la “banda dello spray” di Corinaldo. Sono sei i ragazzi d’età compresa tra i 20 e i 22 anni accusati di aver scatenato, spruzzando uno spray al peperoncino, la calca infernale che un anno fa uccise cinque adolescenti ed una mamma, all’interno della discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo. I ragazzini attendavano il trapper Sferaebbasta per un concerto live.

Potrebbe interessarti anche –> Corinaldo, strage al concerto di Sfera Ebbasta: 6 ragazzi morti, 120 feriti

Strage di Corinaldo: a giudizio immediato i sei ragazzi colpevoli

Ugo Di Puorto, Andrea Cavallari, Moez Akari, Raffaele Mormone, Souhaib Haddada e Badr Amouiyah sono i sei ragazzi in carcere dal 2 agosto scorso. Tutti i membri della “banda” sono accusati di omicidio preterintenzionale, associazione a delinquere finalizzata a furti con strappo e rapine e lesioni personali. Arrestati in seguito alla tragedia di Corinaldo, secondo la Procura sono emersi nei confronti dei ragazzi “chiari e concordanti elementi di responsabilità”, per cui è stato richiesto il giudizio immediato. In caso questo venisse concesso, si salterebbe l’udienza preliminare prevista. Il ricettatore del gruppo Andrea Bulgani, 65 anni, ha già patteggiato una pena di 4 anni e 2 mesi di reclusione.

Leggi le nostre notizie anche su Google News!