Stefano Natalini, chi è il custode che ha sparato e ucciso il ladro a Bazzano

Stefano Natalini è il custode che ha colpito il ladro che cercava di introdursi nella tenuta, l’uomo aveva sparato dei colpi di avvertimento.

Stefano Natalini è da ieri al centro di un fatto di cronaca nera e di una discussione sulla sicurezza a livello nazionale. L’uomo è il custode di un podere a Bazzano e vive ormai da diversi anni un una depandance della villa padronale. La notte di giovedì, l’uomo ha avvertito dei rumori provenire dalla campagna circostante ed ha temuto che ci fossero dei ladri intenti ad introdursi in casa. A quel punto ha preso la pistola ed ha fatto partire tre colpi d’avvertimento vero un magazzino distante.

Poco dopo ha sentito un vocio provenire da sotto la depandance, quindi si è sporto dalla finestra del lato opposto ed ha visto che i ladri erano giunti sotto la tettoia. L’uomo ha visto almeno 4 persone e, terrorizzato che potessero fare del male a lui e alla moglie, ha sparato altri due colpi nella speranza di cacciarli. Uno di questi, però, ha raggiunto un ragazzo che è morto a pochi passi dall’abitazione.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Stefano Natalini, l’autopsia chiarirà la dinamica dell’omicidio

Ad avvertire le forze dell’ordine di quanto successo è stato lo stesso Natalini. L’uomo era ancora in stato di shock quando ha rilasciato le prime dichiarazioni per chiarire la dinamica dell’accaduto. Il custode ha detto di non aver sparato direttamente agli intrusi, ma di aver puntato verso la campagna per spaventarli. Al momento è stato indagato per omicidio preterintenzionale. Sarà l’autopsia a stabilire l’esatta dinamica dell’incidente: attraverso questa, infatti, sarà possibile stabilire se il colpo è stato diretto o di rimbalzo. Lo stesso legale di Natalini ha spiegato che è ancora presto per capire quale possa il capo d’imputazione per il suo assistito.