Home News Rapina in casa | uomo spara nel buio | in pochi secondi...

Rapina in casa | uomo spara nel buio | in pochi secondi la tragedia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:03
CONDIVIDI
rapina in casa
Rapina in casa un uomo morto FOTO viagginews

Pensa ad una rapina in casa, impugna una pistola e fa fuoco. Succede tutto al buio prima dell’alba, ed in pochi drammatici istanti

Una possibile rapina in casa finisce nel sangue in provincia di Bologna. Succede a Bazzano, frazione di Valsamoggia, in aperta campagna. Qui alcuni uomini si erano radunati davanti all’ingresso di una villa, alle ore 05:00 del mattino di giovedì 5 dicembre 2019. Il custode aveva nutrito dei forti sospetti in merito ad alcuni sconosciuti che si trovavano di fronte all’abitazione. Così ha impugnato una pistola che teneva con sé, esplodendo alcuni colpi dalla finestra. Poi ha allertato le forze dell’ordine. In pochi minuti sono sopraggiunti sul posto i carabinieri ed il 118, che hanno trovato un uomo ormai morto a terra in strada. Anche la moglie del proprietario aveva avvertito le autorità. La vittima è stata colpita poco prima, come evidenziato dal sangue e dalle ferite fresche. Proprio i carabinieri hanno aperto una indagine relativa a questa presunta rapina in casa. L’uomo e sua moglie hanno fornito le loro deposizioni ed al momento sono in corso i rilievi da parte della Polizia Scientifica.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Rapina in casa, il custode vede delle sagome nel buio e spara

Accorsi sul luogo della tragedia anche il medico legale, i carabinieri di Bazzano e Borgo Panigale  e quelli appartenenti al Nucleo investigativo del comando provinciale di Bologna. Tra i primi accertamenti compiuti, quello sul regolare possesso dell’arma da fuoco utilizzata. La stessa è risultata essere provvista dei necessari permessi. Ancora non identificato l’uomo ucciso, perché privo di documenti di riconoscimento con sé. A fare fuoco è stato il custode della villa, un 68enne di nazionalità italiana che vive lì in una dependance con la moglie. La tenuta appartiene ad una famiglia residente a Firenze ed in quel momento non presente. Il custode si è allarmato dopo avere sentito dei rumori provenienti da molto vicino. A suo dire da uno dei casolari vicini a dove abita. La vista delle sagome nell’oscurità – non era ancora l’alba – lo ha portato a sparare. Sono almeno 5 i colpi partiti dalla sua pistola. Sembra possibile una ipotesi di reato a suo carico.

omicidio suicidio orvieto