Interrogatorio Anastasiya, la sua verità sull’omicidio di Luca Sacchi

Oggi si terrà l’interrogatorio ad Anastasiya, la ragazza ucraina potrebbe finalmente svelare dei dettagli sull’omicidio di Luca Sacchi.

Ieri i carabinieri hanno interrogato Valerio Del Grosso (accusato per l’omicidio di Luca Sacchi) e Paolo Pirino. I due ragazzi si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, il che ha lasciato aperti molti vuoti nell’indagine. L’unica novità riguarda il fatto che Valerio Del Grosso ha dichiarato che non aveva intenzione di uccidere nessuno. Oggi sarà la volta di Giovanni Princi e Anastasiya. La ragazza di Sacchi è stata formalmente indagata lo scorso venerdì, per lei è stato emesso un obbligo di firma e si ritiene che fosse coinvolta nello scambio di droga.

Nella prima deposizione la giovane aveva negato che ci fosse in essere una compravendita di stupefacente, sostenendo che i due aggressori volevano solo rapinarli. In quella occasione aveva anche voluto escludere dai sospetti il fidanzato dicendo: “Noi eravamo lì per il fratellino più piccolo che stava dentro al pub, Luca non è quello che dicono, Luca è l’amore, non ci possono essere altre cose per definirlo”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Interrogatorio Anastasiya, quale sarà la sua verità?

In base alle intercettazioni ascoltate, gli inquirenti hanno ragione di credere che Anastasiya fosse coinvolta nello scambio di droga e che avesse una relazione con Giovanni Princi. La ragazza sarà chiamato oggi a risolvere alcuni nodi sul traffico di droga. Innanzitutto le verrà chiesto di chiarire quanto denaro ci fosse all’interno dello zainetto che si ritiene abbiano rubato Del Grosso e Pirino. Se davvero ci fossero stati 70.000 euro, la compravendita poteva riguardare sia l’erba che la cocaina.

Anastasiya potrebbe chiarire dunque per chi era quella droga e se fosse destinata al fine di spaccio. Dal suo interrogatorio potrebbe emergere anche il nome del presunto finanziatore. Infine si potrebbe capire per quale motivo la sua auto è stata spostata mentre Luca si trovava in fin di vita in ospedale. Qualora non dovesse fornire altre informazioni, gli inquirenti le potrebbero reperire dal suo telefono.

Anastasiya risponde ai magistrati: “Non sapevo di avere 70.000 euro”

Emergono i primi dettagli dell’interrogatorio di Anastasiya Kylemnik. La ragazza continua a sostenere di essere estranea ai fatti che le vengono contestati. Riguardo alla cifra che si presume avesse nello zaino, la fidanzata di Luca ha infatti dichiarato: “Non sapevo di avere 70mila euro nello zaino ed ero davanti a quel pub con Luca come mille altre volte era capitato”. In seguito ha aggiunto: “Io e Luca assolutamente estranei a questa vicenda”. Al termine dell’interrogatorio l’avvocato della ragazza ha dichiarato: “Anastasiya ha risposto alle domande del giudice non è un riferimento dell’atto ma a mio avviso ha fornito adeguati elementi all’estraneità dei fatti che le sono contestati”.

Anastasia