Omicidio Luca Sacchi: Anastasiya ha cancellato tutte le chat dal telefono

Continuano le indagini sugli indagati per l’omicidio di Luca Sacchi: si è scoperto che Anastasiya utilizzava signal per non lasciare traccia dei contatti.

Gli inquirenti continuano a scavare sugli indagati per l’omicidio di Luca Sacchi. Compresa la dinamica dei fatti che ha portato all’aggressione e all’uccisione del giovane romano, adesso si cerca di capire quante altre persone sono coinvolte nel traffico di droga. Per farlo si stanno esaminando i tabulati telefonici degli indagati. L’obiettivo è quello di risalire ai finanziatori dello scambio ed ai gestori della piazza di spaccio.

Per il momento si è compreso che Giovanni Princi aveva una certa dimestichezza nella gestione degli affari. Il ragazzo ha gestito la compravendita a distanza, dimostrando non solo di avere i contatti giusti, ma l’esperienza per simili trattative. Lo dimostrerebbe il fatto che si è presentato solo all’incontro con i mediatori e demandato ad altri la fase di scambio. Ma anche il comportamento tenuto dopo l’omicidio: Princi si è allontanato all’arrivo dei carabinieri e si è ripresentato solo dopo aver capito come muoversi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omicidio Sacchi: Anastasiya ha cancellato le chat

Tra tutti gli indagati Anastasiya è stata quella che ha dimostrato la maggiore accortezza, visto che chattava solo su Signal per non lasciare traccia delle chat compromettenti. Gli inquirenti infatti ritengono che potesse avere esperienza di scambi di tale genere visto che “ha agito con freddezza e professionalità nella gestione della trattativa nell’incarico affidatole di detenzione del denaro e di partecipazione alla delicata fase dello scambio”.

Nonostante la sua cautela, gli investigatori potrebbero risalire a messaggi e alle altre persone coinvolte tramite la memoria del telefono. Per quanto riguarda i fornitori, le intercettazioni hanno portato alla figura di Marcello De Propris, il quale ha dimostrato di avere i contatti giusti per ottenere in poco tempo un ingente quantitativo di stupefacente. Se nel caso di Princi e Anastasiya l’obiettivo è quello di risalire al finanziatore, nel suo caso si cerca il grossista.