Chiara Biasi nella bufera per lo scherzo de Le Iene, cosa è successo

la verità sul flirt con Andrea Damante
(Instagram)

L’influencer Chiara Biasi è al centro di una polemica per la frase che ha pronunciato durante lo scherzo fattole dalle Iene.

Per chi non lo sapesse, Chiara Biasi è una delle influencer più in voga d’Italia. La ragazza romana è ammirata e seguitissima sui social, ma dopo la messa in onda dello scherzo delle Iene potrebbe perdere qualche follower. Lo scherzo consisteva nel modificare uno shooting fotografico al punto da farla arrabbiare. L’intento è riuscito alla grande, visto che quando Chiara ha osservato il lavoro di post produzione è andata su tutte le furie. Le foto erano state modificate in maniera così surreale da rovinare la sua immagine.

L’influencer a quel punto ha perso la testa ed ha cominciato a prendersela con gli autori del servizio fotografico. Questi cercavano di rabbonirla, promettendole una cifra extra per rimediare al danno. A quel punto Chiara ha pronunciato una frase che ha mandato su tutte le furie gli utenti social: “Io per 80 mila euro non mi alzo nemmeno dal letto al mattino e mi pettino”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chiara Biasi subissata di critiche

La frase dell’influencer è stata vista come una mancanza di rispetto per chi lavora e ad 80 mila euro ci arriva probabilmente in tre-quattro anni di dura fatica quotidiana, ma anche una manifestazione di arroganza. In molti, infatti, l’hanno attaccata sui social, sottolineando come quella frase abbia avuto un effetto peggiore di qualsiasi foto non conforme alla sua immagine: “Cara Chiara, se avevi paura di fare una figura di me**a con quella campagna pubblicitaria credimi che l’hai fatta con questa frase”.

C’è anche chi propone per la ragazza un bel bagno di umiltà, un’azione collettiva che le faccia perdere seguito e contratti pubblicitari: “Sarebbe bello un defollow di massa, vedi poi come si alza anche per meno”. Chiara al momento non ha voluto commentare l’accaduto, ma è possibile che nei prossimi giorni chieda scusa ai follower che si sono sentiti offesi.