Home News Omicidio Sacchi, i genitori di Luca: “Anastasia? Se ha sbagliato deve pagare”

Omicidio Sacchi, i genitori di Luca: “Anastasia? Se ha sbagliato deve pagare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:44
CONDIVIDI

In seguito alla svolta delle indagini sull’omicidio di Luca Sacchi, i genitori del ragazzo hanno affermato che se Anastasia ha sbagliato è giusto che paghi.

Questa mattina sono state notificare dai Carabinieri cinque misure cautelari riguardanti l’omicidio Sacchi. A calamitare l’attenzione dei media è stato l’obbligo di firma imposto alla fidanzata di Luca, Anastasia. Attenzione che nel corso della giornata si è diradata per fare spazio alle notizie sulla ricostruzione dell’accaduto. Gli inquirenti infatti hanno ricostruito cos’è successo prima della morte del ventiquattrenne grazie ad alcune intercettazioni.

In queste Valerio Del Grosso, accusato dell’omicidio di Luca, parla dello scambio di droga con Anastasia e Giovanni Princi, ma soprattutto espone al fornitore la sua idea: rubare i soldi e non consegnare la marijuana. Proprio da quella idea nasce l’epilogo funesto di questa intricata vicenda. L’aggressione ai danni dei ragazzi era finalizzata al furto, ma i due non avevano fatto i conti con la reazione di Luca. L’istruttore di Palestra ha infatti atterrato Pirino. A quel punto, probabilmente in preda al panico, Del Grosso ha fatto partire il colpo di pistola letale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omicidio Sacchi, i genitori di Luca: “Mai avuto dubbi su nostro figlio”

I risvolti delle indagini sull’omicidio del figlio sono stati commentati dai genitori di Luca attraverso i loro legali. Sul fatto che è stato ritenuto estraneo alla compravendita di droga hanno dichiarato: “Non abbiamo mai avuto dubbi su nostro figlio, lui non c’entra assolutamente nulla con il mondo della droga“. Per quanto riguarda la posizione di Anastasia, invece, hanno detto: “Ci ha mentito e adesso è chiaro il motivo del suo strano allontanamento. Se ha sbagliato, è giusto che paghi“.

Nei giorni passati, i genitori di Luca avevano definito Anastasia una brava ragazza, spiegando come la sentissero come una figlia. Dopo l’accaduto, però, si era sempre più allontanata e questo atteggiamento li aveva insospettiti. Il risvolto delle indagini spiegherebbe il motivo di questo allontanamento. Tuttavia c’è chi nel suo quartiere non pare persuaso dalla ricostruzione dei fatti. Un commerciante ha infatti dichiarato: “Sinceramente non so cosa pensare, mi sembra tutto così assurdo. Addirittura aveva 70mila euro nello zainetto?”.