Mario Biondo, chi era il giovane ucciso in Spagna: la sua storia

Mario Biondo, giovane cameraman italiano, è stato trovato morto in circostanze misteriose a Madrid. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Era il 30 maggio 2013 quando Mario Biondo, cineoperatore nato a Palermo nel 1982, fu ritrovato senza vita a Madrid nel soggiorno della casa in cui viveva con la moglie, la famosa conduttrice televisiva spagnola Raquel Sanchez Silva.

Dopo i primi accertamenti da parte delle forze dell’ordine spagnole, il caso fu  archiviato come suicidio, ma genitori del ragazzo, Santina e Giuseppe Biondo, non hanno mai creduto a questa tesi, opponendosi all’archiviazione e iniziando una vera e propria battaglia per far luce sul decesso del proprio figlio. Conosciamo più da vicino la sua storia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Mario Biondo

Mario Biondo, nato a Palermo il 18 luglio 1982, ha seguito le orme di suo padre nel settore televisivo iniziando sin da piccolo a lavorare come aiuto operatore, e diventando in poco tempo un cameraman e operatore EVS conosciuto in tutta Italia.

Nell’edizione dell’Isola dei Famosi spagnola Supervivientes del 2011 ha conosciuto Raquel Sanchez Silva (inviata) e dopo un anno di convivenza a Madrid i due si sono sposati a Taormina. Da gennaio 2013 fino al giorno prima della sua scomparsa, tuttora avvolta da mistero, Mario aveva lavorato per Masterchef a Madrid.

Una vita, la sua, spezzata prematuramente, a soli 36 anni, ma vissuta con grande personalità, all’insegna di tanti progetti realizzati e altrettanti ancora da realizzare, in un’ascesa che si è fermata all’improvviso, per ragioni ancora tutte da chiarire. La speranza è che si arrivi al più presto alla verità.

EDS