“Due viadotti a rischio sull’A26”: autostrada chiusa per verifiche

Chiusa l’A26 per Genova: la decisione di Autostrade dopo le comunicazioni della Procura sulle perizie effettuate sui viadotti Fado Nord e Pecetti Sud.

Pericoli per la sicurezza, con rischi di cedimenti strutturali, su due viadotti dell’A26. La Procura di Genova ha informato Società Autostrade dei nuovi risultati delle perizie effettuate dai consulenti dei magistrati sui ponti Fado Nord e Pecetti Sud lungo la A26. Per tale motivo il gestore ha predisposto la chiusura immediata dei due viadotti e dell’autostrada tra Masone e l’allacciamento dell’A10.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’autostrada A26 osservata speciale

Ieri, lunedì 25 novembre, i magistrati genovesi guidati dal procuratore Francesco Cozzi hanno comunicato ad Aspi la necessità di adottare provvedimenti urgenti per evitare rischi per i viaggiatori. Dalle analisi dei periti emergono gravi carenze strutturali, in particolare dell’impalcato che sorregge la sede stradale, evidenziando i rischi di cedimenti. La situazione è molto più allarmante rispetto ai risultati delle analisi presentate nei mesi scorsi dalla società del gruppo Benetton. Per tale motivo, di fronte al rischio di un provvedimento di sequestro, Autostrade ha deciso di ordinare la chiusura immediata al traffico del tratto citato.

Le ripercussioni sul fronte della viabilità sono pesanti. Dopo il crollo di domenica, 24 novembre 2019, di una parte del viadotto “Madonna del Monte” tra Savona e Altare lungo la A6, ora i collegamenti tra Piemonte e Liguria, ma anche con parte della Lombardia, sono letteralmente  paralizzati. Autostrade sta dunque predisponendo percorsi alternativi lungo la A7 per raggiungere Milano.

EDS