Maurizio Battista figlia | Anna in ospedale a 3 anni | “Sii forte principessa” | FOTO

Maurizio Battista figlia
Maurizio Battista figlia FOTO viagginews

Situazione Maurizio Battista figlia: la piccola Anna di 3 anni è in ospedale. Il comico pubblica uno scatto tenerissimo: “Le Annarelle sono forti…”.

Il comico Maurizio Battista ha svelato la notizia del ricovero di sua figlia Anna. La bambina ha solo 3 anni ed è frutto dell’amore con la attuale compagna, Alessandra Moretti. Lei si chiama Anna, è la quarta figlia di Battista e l’attore romano interprete di tanti sketch divertenti cerca di sdrammatizzare scrivendo in un post apparso sulla sua pagina Fecebook ufficiale quanto segue. “Le Annarelle sono forti…”. Un post che subito molti ammiratori ed utenti hanno condiviso e commentato. Numerosi sono stati gli attestati di incoraggiamento a Maurizio Battista per la figlia piccola. Poi l’attore ha aggiunto anche: “Grazie ai medici del Bambin Gesù di Roma… e si… le Annarelle sono forti…”. Non si parla in alcun modo del perché la piccola abbia necessitato di un ricovero in ospedale.

LEGGI ANCHE –> Mara Venier | pianto in diretta | lei abbandona lo studio | VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Visualizza questo post su Instagram

 

Quando capisci che di tuo ha solo il cognome ma ti rincuori pensando che forse è meglio così! TUTTASUAMADREMENOMALE! @alessandra.moretti87

Un post condiviso da Maurizio Battista (@maurizio_battista) in data:

Maurizio Battista figlia, tanti i messaggi per la piccola

Nel post si vede solo la sua manina, con una flebo attaccata al polso. Una immagine molto tenera e toccante. Tra i messaggi più gettonati spicca un emblematico: “Guarisci presto principessa”. Anche Alessandra Moretti si è espressa in proposito. “Io comprendo che siamo quasi sotto teatrale e che mi scrivete per le notizie sui biglietti, come e dove acquistarli, ma c’è una email apposita ed un sito ufficiale con tutte le info. Io mi trovo in ospedale con mia figlia. Vi prego di non tartassarmi, grazie”.