Stefano Marinoni, segni di arma da taglio: si indaga per omicidio

Stefano Marinoni, perché è morto il giovane trovato cadavere a luglio in provincia di Milano, segni di arma da taglio: si indaga per omicidio.

la sua morte rimane un mistero
(Facebook)

Non si sciolgono i dubbi sulla morte di Stefano Marinoni. Il ragazzo venne ritrovato cadavere ai piedi di un traliccio dell’alta tensione nelle campagne tra Rho e Arese. Era scomparso la sera del 4 luglio senza lasciare tracce. Il suo corpo era in avanzato stato di decomposizione a causa del caldo di quei giorni. La prima pista fu quella del suicidio, ma dai primi risultati dell’autopsia erano emersi i dubbi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Perché è morto Stefano Marinoni

Stefano Marinoni
(Facebook)

Inoltre, le testimonianze di amici e parenti e i risultati dell’autopsia escludono che il ragazzo abbia deciso di suicidarsi, dunque l’unica ipotesi possibile è che qualcuno lo abbia ucciso. La tesi sembra ora confermata: gli esami effettuati dal pool di medicina legale incaricato hanno permesso di rintracciare delle ferite da arma da taglio. Già al momento del ritrovamento era stata evidenziata una frattura allo sterno.

Tutto questo praticamente sembra eliminare ogni dubbio e far convergere i sospetti sull’omicidio volontario. Ma chi e perché ha ucciso Stefano Marinoni? Diversi gli aspetti che non tornano, dall’arma del delitto al possibile coinvolgimento del ragazzo in qualcosa di più grosso di lui. Intanto, il pm Mauro Clerici ha dato il nulla osta alla sepoltura del ragazzo.