José Mourinho è il nuovo allenatore del Tottenham

Mourinho esonerato
(Archivio)

Dopo l’addio di Mauricio Pochettino, il Tottenham ha ufficializzato l’ingaggio di José Mourinho sulla panchina degli “Spurs”.

La Premier League accoglie nuovamente José Mourihno, il tecnico portoghese è stato scelto dal Tottenham per guidare gli “Spurs” fino alla fine della stagione 2019/2020. Solo ieri era giunta la notizia dell’esonero di Mauricio Pochettino, tecnico che ha allenato la squadra londinese per 5 anni, portandola in finale di Champions League solo lo scorso maggio.

Una separazione dolorosa, ma che servirà alla squadra per avere una scossa. Dopo la grande stagione passata, Pochettino non è riuscito a ripetere gli stessi risultati e la squadra londinese viaggiava con una media punti da zona retrocessione. Era evidente che il tecnico non avesse più in mano lo spogliatoio e non riuscisse a trasmettere motivazioni ai suoi. Quali fossero le ragioni di questo improvviso spaccamento non è chiaro, ma adesso si apre una nuova era, con un allenatore dotato di grande esperienza e di polso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

José Mourinho: l’annuncio del Tottenham

L’annuncio dell’accordo con il tecnico portoghese è stato dato dalla stessa dirigenza londinese: “Siamo lieti di annunciare che José Mourinho è il nuovo allenatore del Tottenham con un contratto che arriverà fino alla fine della stagione 2022/23“. Il contratto prevede già un ingaggio per le prossime stagioni. A Londra sono sicuri che l’esperienza dello “Special One” possa servire a risollevare le sorti della squadra in questa annata e che possa portare ad uno step successivo a partire dalla prossima stagione.

In realtà ultimamente Mou non ha avuto grande successo: dopo i successi al Porto, al Chelsea e all’Inter, l’esperienza con il Real Madrid prima e con il Manchester United poi non hanno portato a grandi risultati. Viste anche le recenti delusioni il tecnico lusitano non vede l’ora di cominciare e scacciare i fantasmi del recente passato: “Non vedo l’ora di far parte di un club dal grande passato e con tifosi così passionali. La qualità della prima squadra e dell’academy sono uno stimolo per me. Lavorare con questi giocatori sarà un piacere”.