Donna uccisa | il marito finge aggressione di estranei poi confessa

donna uccisa
Una donna uccisa dal marito in Piemonte FOTO viagginews

Ammette tutto dopo aver provato a nascondere la verità, il marito responsabile del femminicidio di una donna uccisa al culmine di una lite.

I carabinieri sono intervenuti a seguito di un episodio di violenza che ha visto una donna uccisa. Il fatto è avvenuto in provincia di Novara, nella località di Trecate. La vittima si chiamava Barbara Grandi, aveva 39 anni ed era sposata. Il coniuge è stato identificato come Domenico Horvat, più giovane della donna uccisa di 9 anni. E proprio quest’ultimo è stato sottoposto a fermo dai militari. Le forze dell’ordine sanno che è proprio l’uomo ad avere perpetrato questo efferato episodio di femminicidio, l’ennesimo in Italia nel corso del solo 2019. La certezza è giunta grazie all’ammissione spontanea del 30enne, che si è consegnato senza opporre resistenza. La dinamica appare alquanto chiara. A seguito di un violento litigio, lui avrebbe colpito lei svariate volte con un coltello. Subito dopo aver realizzato quanto commesso, Horvat ha poi avvisato le autorità. Ma non ha ammesso il delitto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Donna uccisa, il marito prima mente poi ammette tutto

A suo dire, sarebbe tornato a casa ed avrebbe trovato la moglie a terra, priva di vita ed immersa nel suo stesso sangue, con diversi colpi di arma da taglio. Questa è la versione data al personale medico del 118. Ma poi, all’arrivo dei carabinieri, Horvat ha preferito consegnarsi e svelare invece come erano realmente andate le cose. Sempre a Trecate lo scorso 2 novembre aveva avuto luogo un altro efferato delitto. Un uomo, Rosario Saporito, aveva ucciso suo fratello Daniele per poi darsi alla fuga. Solo dopo diverse ore si è costituito a sua volta ai carabinieri. E sempre in Piemonte negli ultimi giorni si è verificato un altro grave episodio. Stavolta c’entra una rapina culminata con una aggressione ad una donna che viveva da sola. Lei, 54 anni, aveva lasciato una finestra aperta. Tre malintenzionati sono penetrati nella sua villetta nel cuore della notte e l’hanno aggredita con ferocia. Adesso la donna è ricoverata in gravi condizioni.