Alan Friedman: chi è il giornalista e scrittore ‘amico’ dell’Italia

Chi è Alan Friedman, carriera e curiosità: il giornalista e scrittore ‘amico’ dell’Italia, dagli esordi al successo televisivo, fino agli anni recenti.

Classe 1956, nato a New York, Alan Friedman è un giornalista e scrittore molto noto nel nostro Paese. In particolare, deve all’Italia molto del suo successo in qualità di conduttore televisivo. Insignito per ben quattro volte del British Press Award, quando lavorava al Financial Times, è noto per alcuni scoop celebri, come lo scandalo Iraq-gate, la vendita di armi a Saddam Hussein.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carriera e curiosità su Alan Friedman

Alan Friedman è arrivato in Italia, a Milano, nei primi anni Ottanta, come corrispondente per il Financial Times: nel 1987 vince il premio Trento come miglior corrispondente estero nel nostro Paese. Negli anni novanta è stato il primo statunitense a condurre un programma di economia in Europa: si tratta di Money line, su Raitre. Ma il successo vero arriva appena qualche poco dopo. Dal 1995 al 2001 ha ideato, assieme a Giovanni Minoli e Myrta Merlino, e condotto per Rai3 Maastricht-Italia, un programma di economia molto seguito e apprezzato.

A lui si deve anche tra l’altro la nascita di Rainews24, progetto alla cui formazione lavora con Roberto Morrione e Michele Mezza. Lasciata la Rai, è anchor man di SkyTg24. Sono moltissime le sue pubblicazioni, in particolare libri-intervista o saggi divulgativi di economia. Il più noto è My Way, l’intervista a Silvio Berlusconi da cui viene tratto un documentario per Netflix. Nel 2016 Alan Friedman lascia la Rizzoli per la Newton Compton. Il suo ultimo libro è Questa non è l’Italia, edito a settembre 2019 da Newton Compton Editori. Al centro di querelle, ha avuto una lite con Alessandra Mussolini in diretta televisiva.

Gestione cookie