Home News Comprano un baby monitor, poi la sorpresa: “Vostro figlio è diabolico”

Comprano un baby monitor, poi la sorpresa: “Vostro figlio è diabolico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:38
CONDIVIDI

I genitori di un neonato hanno comprato un baby monitor ma se ne sono molto pentiti, dopo essersi sentiti dire che il loro bambino ha bisogno di un “esorcismo”. 

Gli utenti di Twitter si sono “congratulati” con i genitori di un bebé definito un “pacchetto di energia demoniaca” dopo aver visto un’immagine fissa dal loro baby monitor online. La mamma e il papà del bambino in questione, però, non l’hanno presa affatto bene. E ora dicono che, potessero tornare indietro, non comprerebbero di nuovo quel dispositivo.

“E’ stato un errore acquistarlo”, dicono, puntando il dito sull’immagine inquietante che il baby monitor restituisce della loro creatura. Intanto, dopo che hanno pubblicato un fotogramma su Twitter, l’immagine del bebé ha ricevuto più di 400.000 “Mi piace” e 3.000 commenti più o meno positivi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Gli effetti collaterali del baby monitor

L’istantanea dal baby monitor mostra il bambino sdraiato nel lettino, con ombre scure e il flash fotografico negli occhi che rende il tutto abbastanza spaventoso da ispirare “incubi” notturni. Diversi utenti di Twitter hanno infatti scritto che non sarebbero stati in grado di dormire dopo aver visto quell’immagine.

“Il tuo bambino è battezzato? Se è così, potresti voler riprovare. La prima volta chiaramente non ha preso”, si legge in uno dei tanti commenti sarcastici sul social, al che il genitore risposto con brillante ironia: “L’abbiamo fatto ma ha trasformato l’acqua in sangue e il prete ha iniziato a salire sui muri…”. Ma c’è anche chi c’è andato giù più pesante: “Puoi restituirlo? Il bambino, voglio dire restituire il bambino”. E ancora: “Getta via l’intero bambino”. Nel tentativo di placare gli animi, il genitore ha quindi pubblicato una foto per mostrare che suo figlio non fa paura alla luce del giorno. Ma il tam-tam sulla Rete ormai era partito…

EDS